A- A+
Esteri
Clima, gli artisti nuotano in un mega-acquario per protesta a New York

Mentre Donald Trump annunciato il ritiro immediato degli Stati Uniti l'accordo di Parigi sul clima, gli artisti hanno deciso di immergersi in un acquario gigante nel cuore di Manhattan per protestare contro la decisione del presidente Usa.

A New York un grande acquario è sorto tra gli edifici di Times Square. E alcuni artisti si sono trasformati in uomini-pesce per un "happening" dedicato ai cambiamenti climatici. Dopo Londra, Florida e Toronto, è stato il New York ha ospitato questo acquario di dodici tonnellate, nato da un progetto di Holoscenes. Resterà nel centro di New York fino a sabato.

DiCaprio, Schwarzenegger e Perry: i vip contro Trump per la decisione sul clima 

Leonardo DiCaprio, come altri vip, non è affatto d’accordo sulla decisione presa dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump di ritirare gli USA dall’Accordo di Parigi. Per l’attore e molti altri dell’industria cinematografica, è stato un vero shock.

Leonardo DiCaprio, Al Gore, Kal Penn, Chelsea Handler, Jason Reitman e altri colossi dell’industria cinematografica, sono rimasti senza parole quando Donald Trump ha annunciato la decisione del ritiro degli Stati Uniti dall’Accordo di Parigi.

Leonardo DiCaprio, ha espresso il suo dissenso attraverso Twitter: “Oggi il nostro pianeta ha sofferto. È più importante che mai intervenire“.

Al Gore, vincitore del premio Nobel per la pace nel 2007, per il suo interesse e gli sforzi per combattere il cambiamento climatico, ha rilasciato una dichiarazione:

“Rimuovere gli Stati Uniti dall’accordo di Parigi è un’azione inconsapevole e indefinibile. Questo danneggia la reputazione dell’America nel mondo e minaccia di danneggiare l’abilità dell’umanità di risolvere in tempo la crisi del clima. Ma non commettere errori: se il presidente Trump non guiderà, il popolo americano lo farà.

I leader civici, i sindaci, i governatori, gli amministratori delegati, gli investitori e la maggioranza della comunità imprenditoriale affronteranno questa sfida. Siamo nel mezzo di una rivoluzione di energia pulita che nessuna persona o gruppo può fermare. La decisione del Presidente Trump è profondamente in conflitto con ciò che la maggioranza degli americani vuole dal nostro presidente; ma non importa quello che fa, faremo in modo che avverrà la nostra inevitabile transizione verso un’economia energetica pulita e continua “.
Bonni Cohen e Jon Shenk, co-direttori di “Un Inconvenient Sequel”, hanno fatto lo stesso:

“Siamo rimasti scioccati e delusi di sentire l’annuncio del Presidente Trump oggi sul ritirare gli Stati Uniti dall’affare storico internazionale raggiunto a Parigi. Nel nostro nuovo film, “Un Inconveniente Sequel: La Verità al Potere”, abbiamo girato dietro le quinte di Parigi per mostrare il duro lavoro, la finezza e la passione che hanno fatto in modo che l’accordo avvenisse. Speriamo che il duro lavoro di chi ha fatto l’affare non sarà inutile. La buona notizia è che c’è molto da sperare. La tecnologia esiste per creare abbastanza energia pulita per l’economia mondiale e per evitare la totale catastrofe del clima. Ora che il Presidente Trump si impegna a fare meno per mantenere l’impegno dell’America verso il mondo, dobbiamo tutti adoperarci per fare di più per garantire la salute del nostro pianeta “.
Leonardo DiCaprio è molto attivo per quanto riguarda il benessere del nostro pianeta. Oltre ad essere un attore, è anche un produttore di successo e può dedicarsi con ancora maggior forza all’ecologia. Ha comprato un’isola sulle coste del Belize – Blackadore Caye – come Marlon Brando e Johnny Depp, solo che lui l’ha voluta per salvarla dalla deforestazione di mangrovie. È entrato nel consiglio di amministrazione di parecchie organizzazioni ambientaliste, tra cui il World Wildlife Fund. La sua Leonardo DiCaprio Foundation promuove decine di cause a favore della natura e di recente ha raccolto 40 milioni di dollari con un gala benefico a Saint Tropez. A partire dal 2010, quando ha donato un milione di dollari al Wwf per salvare le tigri dall’estinzione e proteggere il loro habitat, si è distinto per un’opera di sensibilizzazione su moltissime battaglie per la difesa dell’ambiente, che va ben oltre la beneficenza.

Tags:
clima usa trump proteste
in evidenza
Gregoraci lascia la casa di Briatore Racconto in lacrime sui social

Costume

Gregoraci lascia la casa di Briatore
Racconto in lacrime sui social

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Citroën C5 Aircross hybrid plug-in: amplifica il piacere di guida

Citroën C5 Aircross hybrid plug-in: amplifica il piacere di guida


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.