A- A+
Esteri
Elezioni Catalogna, maggioranza assoluta agli indipendentisti. Sanchez trema

I partiti indipendentisti hanno rafforzato la loro maggioranza nel Parlamento regionale e confermano il loro potere in Catalogna. Anche se il candidato del Partito socialista del premier Sanchez, l'ex ministro della salute Salvador Illa, e' in testa per voti ottenuti, l'impresa di scalzare gli indipendentisti dal Parlamento di Barcellona, dove dominano dal 2015, non e' riuscita, nonostante l'astensionismo (oltre il 46% ha rinunciato ad andare a votare) e le difficolta' del voto in piena pandemia. Al Parlamento saranno rappresentati otto partiti, un record per l'assemblea catalana da quando ha ottenuto l'autonomia nel 1980. Si tratta di Psc, Erc, JxCat, Vox, Cup, En Comu' Podem e Ciudadanos e del Ppc che pero' restera' nel gruppo misto. Dopo lo spoglio di oltre il 90% delle schede, Illa ha ottenuto il 23% dei voti e 33 seggi (su un totale di 135); poiche' pero' tutti i partiti separatisti hanno dichiarato che non faranno accordi con il Psc, non potra' diventare il presidente della regione da 7,8 milioni di abitanti.

Tre anni dopo il fallimento del loro tentativo di separarsi dalla Spagna dopo un partecipatissimo referendum mai autorizzato da Madrid, e le conseguenti condanne dei leader, i partiti separatisti non sono stati particolarmente penalizzati dalle divisioni al loro interno e, sommati assieme, i voti ottenuti superano la maggioranza assoluta (47,5% nelle precedenti elezioni del 2017). La Sinistra repubblicana di Catalogna (ERC) ha ottenuto 33 seggi, mentre Insieme per la Catalogna (JxC), il partito dell'ex presidente oggi europarlamentare e "esiliato" in Belgio Carles Puidgemont ne avra' 32, e i radicali della Cup (Candidatura di Unita' popolare) 9. In tutto, quindi 74 seggi contro i precedenti 70; per governare, dovranno superare le loro divergenze. Il favorito per la presidenza appare il candidato di Erd Pere Aragones. 

Commenti
    Tags:
    elezioni catalognasanchezindipendentisti





    in evidenza
    Oscar del Libro 2024, Perrino: "Ho fondato affaritaliani.it perché non sopportavo più le mani della finanza sui giornali"

    La kermesse pugliese che apre la stagione "Borgo in Fiore"

    Oscar del Libro 2024, Perrino: "Ho fondato affaritaliani.it perché non sopportavo più le mani della finanza sui giornali"

    
    in vetrina
    Canalis e Masolin, la strana coppia sul piccolo schermo

    Canalis e Masolin, la strana coppia sul piccolo schermo


    motori
    Bosch lancia il progetto RUMBA: innovazione negli interni dei veicoli autonomi

    Bosch lancia il progetto RUMBA: innovazione negli interni dei veicoli autonomi

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.