A- A+
Esteri
Metaverso, non solo Zuckerberg-Draghi. E' il nuovo terreno di scontro Cina-Usa
Zuckerberg (Lapresse)

Metaverso? Ecco che cos'è il mondo virtuale di cui hanno parlato Zuckerberg e Draghi

Metaverso. E' stato questo il fulcro del discorso che si è tenuto durante l'incontro il presidente del Consiglio, Mario Draghi, e il fondatore di Facebook e presidente e ad di Meta, Mark Zuckerberg a Palazzo Chigi. Oggetto sconosciuto ai più, nuovo oggetto del desiderio per altri, il metaverso è considerato da molti come il teatro del prossimo scontro globale tra potenze. Eppure, a prima vista sembrerebbe una cosa innocua. 

Si tratta di un insieme di spazi virtuali attraversati da avatar, un passo avanti rispetto alla realtà virtuale. È considerato il futuro di Internet. Ma non è qualcosa di nuovo. Metaverso è un termine inventato da Neal Stephenson nel libro Snow Crash (1992) ed è uno spazio descritto dall’autore come una sorta di realtà virtuale condivisa tramite Internet, dove si è rappresentati in tre dimensioni attraverso il proprio Avatar. In questo mondo la differenza tra le classi sociali è rappresentata dalla risoluzione del proprio avatar e dalla conseguente possibilità di accesso a luoghi esclusivi. 

Può sembrare qualcosa di astratto, invece avrà applicazioni molto concrete. “Per dare vita al metaverso sarà necessario uno sforzo congiunto tra aziende, mondo politico e società civile", ha detto un esponente i Meta dopo l'incontro tra Zuckerberg e Draghi. Il creatore di Facebook ha incontrato anche alcuni dei principali dirigenti e imprenditori nei campi della moda e del lusso, settore che sta spingendo molto sul metaverso.

Non solo Draghi, Zuckerberg ha fatto campagna acquisti di manager italiani

I nomi sono di primo piano: Lorenzo Bertelli di Prada, Diego Della Valle patron di Tod's, Renzo Rosso di Otb - Diesel, Brunello Cucinelli, Remo Ruffini di Moncler, Marco Gobetti di Ferragamo, Federico Marchetti, il fondatore di Yoox, Geoffroy Lefebvre di Yoox Net A Porter, e Luca Colombo, ad italiano di Meta-Facebook. Ma anche Leonardo Del Vecchio, fondatore e presidente di Luxottica e presidente esecutivo di EssilorLuxottica. 

Se il Metaverso sarà il nuovo internet chi lo costruisce, e come lo fa, è importante per il futuro dell'economia e della società nel suo insieme. Facebook vuole svolgere un ruolo leader nella costruzione del Metaverso, investendo massicciamente nella realtà virtuale. L'idea di un mondo virtuale centralizzato, un luogo parallelo al mondo fisico, è sì diventato un concetto mainstream dalla pandemia di Covid-19 in poi, ma va detto che da tempo milioni di persone trascorrono ore al giorno in spazi sociali virtuali come Roblox e Fortnite.

Ma attenzione, sarebbe profondamente errato pensare che esista un monopolio dei colossi digitali americani. Anzi. Tencent, il gigante cinese dei social media e dei giochi, sta investendo massicciamente nel metaverso e gli esperti affermano che il mondo virtuale potrebbe trasformarsi in una battaglia proprio tra Meta e Tencent. Secondo uno studio di Morgan Stanley in Cina il settore potrebbe valere 8 miliardi di dollari. 

L'mportanza strategica del metaverso. E occhio alla Cina

D'altronde il metaverso è un settore che riguarderà anche e-commerce, semiconduttori e intrattenimento. Come spiega Financial Lounge, il gaming online sarà la chiave per vivere il metaverso, ma presto anche esperienze solitamente fisiche come concerti o shopping potrebbero spostarsi nella nuova realtà digitale.

Ma attenzione, perché è tutta l’Asia che si muove sul fronte della realtà aumentata. Per esempio la Corea del Sud,  il cui mercato del gaming è il quarto più grande a livello globale e si prevede che possa raggiungere i 18,6 miliardi di dollari di valore entro i prossimi mesi. Secondo quanto riporta TechWire, il gaming rappresenta più del 6% delle esportazioni culturali totali della Corea del Sud, compresi film, musica, spettacoli televisivi, animazione e videogiochi.

Nexon, la principale compagnia di giochi sudcoreana, ha in programma di rilasciare nuovi contenuti del metaverso usando la sua popolare IP Maplestory. Ma a Seul il metaverso trova terreno fertile anche per un altro tratto specificamente sudcoreano, vale a dire la forza dell’industria del K-Pop. Band come i BTS o le Blackpink sono fenomeni globali e ora l’insaziabile produzione di nuovi idols si sta concentrando anche sul fronte virtuale. Non è un caso che Netmarble abbia fondato una filiale Metaverse Entertainment per sviluppare una piattaforma di realtà virtuale per idol K-Pop virtuali.

Ma come dimostra il viaggio di Zuckerberg, sullo sfondo si muovono anche centri di potere finanziario e politico. Il metaverso sarà il nuovo terreno dell'infinita contesa tra Cina e Usa.

Leggi anche: 

Elezioni 2023 rinviate causa guerra. Nuove conferme, dietro le quinte dicono..

Centrodestra, Sgarbi: "Salvini accetterà Meloni premier? Inevitabile"

Elezioni Usa, Biden già ko tra inflazione e crisi: così Trump si ricandida

La Russia annuncia: simulato lancio di missili nucleari tra Polonia e Lituania

Cairo ad Affaritaliani: "Non ho alcuna intenzione di vendere La7"

Sarah Viola: "Per i reati nati dal disagio mentale servono gli psichiatri"

Rissa Mughini-Sgarbi da Costanzo. VIDEO

Gruppo Hera: distribuiti ai territori oltre €2,2 miliardi nel 2021

AXA Italia - Rai, al via nuovo format di branded entertainment

Poste Italiane celebra 160 anni: da sempre al fianco del Paese

Commenti
    Tags:
    facebookmario draghimetametaversozuckerberg





    in evidenza
    Chiara Ferragni da Fazio: "Travolta dall'odio social. Con Fedez vera crisi, ma..."

    L'intervista sul Nove

    Chiara Ferragni da Fazio: "Travolta dall'odio social. Con Fedez vera crisi, ma..."

    
    in vetrina
    Chiara Ferragni da Fazio: i meme più divertenti sull'intervista

    Chiara Ferragni da Fazio: i meme più divertenti sull'intervista


    motori
    RAM Trucks & Pol Tarrés: avventure "Boundless"

    RAM Trucks & Pol Tarrés: avventure "Boundless"

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.