A- A+
Esteri
Partygate, Boris Johnson-Rishi Sunak multati. Opposizione chiede le dimissioni
Boris Johnson (Lapresse)

Partygate: Boris Johnson presenta "piene scuse", ma non si dimette

Il primo ministro britannico Boris Johnson ha presentato le sue "piene scuse" per aver violato le restrizioni durante la pandemia di coronavirus - per cui e' stato condannato a una multa - ma ha escluso di presentare le sue dimissioni, come richiesto dall'opposizione. "In tutta sincerita', in quel momento non pensavo potesse trattarsi di una violazione delle regole", ha detto il capo del governo in un video diffuso dai media britannici, precisando di aver pagato la multa inflitta dalla polizia per aver partecipato a una festa per il suo compleanno a Downing Street nel giugno 2020, quando nel Paese vigevano ferree misure per contenere i contagi da Covid. "Voglio poter continuare fino in fondo il mio mandato e occuparmi dei problemi che il Paese sta affrontando, assicurandomi di fornire cio' che la gente si aspetta. Questa e' la mia priorita'", ha affermato Johnson.

Partygate: da opposizione Gb coro richieste dimissioni Boris Johnson

Dopo l'annuncio che il premier britannico Boris Johnson sara' multato per i party a Donwing Street durante il lockdown, l'opposizione torna a chiedere le sue dimissioni. Su Twitter, il leader del Labour, Keir Starmer, ha scritto che sia Johnson che il cancelliere dello Scacchiere, Rishi Sunak - anche lui multato nell'ambito dello scandalo anche detto 'partygate'- "hanno infranto la legge e mentito ripetutamente". "Devono dimettersi", conclude il tweet di Starmer, "i conservatori sono totalmente inadatti a governare. I britannici meritano di meglio". Al leader laburista si e' unita la premier scozzese, Nicola Sturgeon (del Partito nazionalista scozzese), quello del Galles, Mark Drakeford (laburista), come pure il leader di Plaid Cymru, Adam Price.

Partygate: multata anche la moglie di Bojo, Carrie Johnson

Anche la moglie del premier britannico, Boris Johnson, Carrie, sara' multata per la violazione delle regole anti-Covid nell'ambito dello scandalo dei party a Downing Street durante la pandemia, tra il 2020 e il 2021. "Nel rispetto della trasparenza, la signora Johnson puo' confermare di essere stata informata che ricevera' un avviso di sanzione", ha detto un portavoce citato dalla Bbc, sottolineando che la first lady "non ha ancora ricevuto ulteriori dettagli sulla natura della sanzione".

Gb: Boris Johnson e Rishi Sunak entrambi multati per 'partygate'

Il premier britannico, Boris Johnson, e il cancelliere dello Scacchiere, Rishi Sunak, saranno entrambi multati per le feste durante il lockdown negli uffici e alla residenza di Downing Street.

Leggi anche: 

" Ucraina: “Chi comanda? Gli americani, l'ho visto con i miei occhi”

Governo al capolinea. I partiti sono già in campagna elettorale. Inside choc

Tetto prezzo gas, Bonomi sveglia Draghi: Ue indecisa? L'Italia agisca da sola

Omicidi Barletta-Napoli, Perrino a Ore 14: “Ormai la vita non conta più"

Festival Economia Trento 2022: il programma, ci sarà anche affaritaliani.it

New York, spari nella metro. Feriti. Sospetto con maschera antigas. VIDEO

Cosa fa un Brand Journalist: la case history di Corporate e affaritaliani.it

Intesa Sanpaolo: per il Vinitilay €8 mld alle PMI agro-alimentari

Banca d’Italia, al via il progetto Scelte finanziarie e rapporti con le banche

Commenti
    Tags:
    boris johnsonpartygate





    in evidenza
    Fenomeno De Rossi, profeta a Roma. Come Gattuso da mister al Milan

    Analogie tra bandiere in panca

    Fenomeno De Rossi, profeta a Roma. Come Gattuso da mister al Milan

    
    in vetrina
    Milano/ Nuovo flagship store per Swarovski: oltre 500 metri quadri in Duomo

    Milano/ Nuovo flagship store per Swarovski: oltre 500 metri quadri in Duomo


    motori
    DS Automobiles, ordinabili in Italia le nuove Hybrid: DS 3 e DS 4

    DS Automobiles, ordinabili in Italia le nuove Hybrid: DS 3 e DS 4

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.