A- A+
Esteri
Petizione in Francia, "Fermiamo le molestie sessuali nei partiti"

Scoppia in Francia lo scandalo delle molestie sessuali all'interno dei partiti. L'ultimo caso in ordine di tempo si abbatte ancora sulla gauche: il verde Denis Baupin ha dovuto dimettersi da vicepresidente dell’Assemblea nazionale, dopo che un’inchiesta congiunta della radio France Inter e del sito Mediapart ha raccontato le moleste sessuali che per anni ha inflitto alle colleghe.

Caroline de Haas ha lanciato la petizione "Alziamo il velo di omertà" e chiede "misure per fermare le violenze subite dalle donne in organizzazioni e istituzioni politiche". Nelle aziende il datore di lavoro ha l'obbligo di sanzionare un dipendente accusato di violenza sessuale sul posto di lavoro, ma i partiti non sono tenuti per legge a prevedere nei loro statuti sanzioni ai loro militanti o eletti. Per la femminista Caroline de Haas è urgente correggere questa distinzione. "I partiti devono prevedere sempre delle sanzioni". La "prevenzione" e "il sostegno alle vittime" dovrebbero essere salvaguardate anche nella sfera politica.

Tags:
francia partiti sesso
in evidenza
Nicole Minetti su Instagram Profilo vietato agli under 18

Le foto valgono più delle parole...

Nicole Minetti su Instagram
Profilo vietato agli under 18

i più visti
in vetrina
Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima

Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima


casa, immobiliare
motori
Ford Mustang Mach-E GT: il più potente SUV elettrico Ford approda in Italia

Ford Mustang Mach-E GT: il più potente SUV elettrico Ford approda in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.