A- A+
Esteri
Zelensky a New York: "Putin come Hitler". Ucraina, parte nave carica di grano
Vladimir Zelensky

Biden, opporsi alla Russia contro gli aggressori di domani

"La Russia crede che il mondo si stancherà e permetterà di brutalizzare l'Ucraina senza conseguenze. Ma vi chiedo questo: se abbandoniamo i principi fondamentali della Carta Onu per placare un aggressore, qualche Stato membro può sentirsi sicuro di essere protetto? Se permettiamo che l'Ucraina sia spartita, l'indipendenza di qualche nazione sarà garantita? La risposta è no. Dobbiamo opporci oggi a questa palese aggressione per scoraggiare altri potenziali aggressori domani": cosi' Joe Biden nel suo intervento all'assemblea generale dell'Onu, nelle anticipazioni della Casa Bianca.  "Ecco perché gli Stati Uniti, insieme ai nostri alleati e partner in tutto il mondo, continueranno a stare al fianco del coraggioso popolo ucraino mentre difende la propria sovranità e integrità territoriale - e la propria libertà". 

Onu: Biden, "competizione con la Cina non sfoci in conflitto" 

"Cerchiamo di gestire con responsabilita' la competizione" tra Stati Uniti e Cina perche' "questa non sfoci nel conflitto". E' il messaggio del presidente Joe Biden nel suo intervento all'Assemblea generale delle Nazioni Unite. Biden ha ricordato le recenti tensioni ma anche detto che gli Usa "sono pronti a lavorare con la Cina".

Biden, serie consultazioni su riforma del Consiglio Onu

"L'anno scorso ho detto che supportiamo una riforma per l'espansione del Consiglio di sicurezza. Da allora abbiamo avuto serie consultazioni con molti stati membri e continueremo a fare la nostra parte per spingere per più riforme". Lo ha detto il presidente americano Joe Biden all'Assemblea Generale Onu. Biden ha ribadito anche l'impegno Usa per la riforma di altre istituzioni multilaterali.

Clima: Biden, con crisi tutta l'umanita' e' a rischio

Le recenti catastrofi naturali dimostrano che la crisi climatica pone un rischio all'esistenza dell'intera umanita'. E' quanto si accinge a dichiarare il presidente americano, Joe Biden, all'Assemblea generale dell'Onu secondo le anticipazioni del suo discorso diffuse dalla Casa Bianca. "Fin dal primo giorno della mia amministrazione gli Stati Uniti hanno trattato questa crisi come la minaccia esistenziale che rappresenta, non solo per noi, ma per tutta l'umanita'". 

Zelensky: "Putin come Hitler, dobbiamo fermarlo"

Il presidente dell'Ucraina Volodymyr Zelensky è arrivato negli Stati Uniti con la moglie Olena per "l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite e una visita a Washington", come ha annunciato lo stesso Zelensky su “X”.

LEGGI ANCHE: Nord Corea, Kim riparte con un regalo dalla Russia: i droni-kamikaze di Putin

"Parteciperò alle riunioni dell’Assemblea Generale, del Summit sugli SDG e del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, nonché a una serie di importanti colloqui bilaterali. L'Ucraina presenterà una proposta concreta agli stati membri delle Nazioni Unite su come rafforzare il principio di integrità territoriale e migliorare la capacità delle Nazioni Unite di contrastare e fermare l'aggressione", scrive Zelensky.

Poi l’annuncio: "A Washington incontrerò Joe Biden, i leader delle camere e dei partiti del Congresso degli Stati Uniti, la leadership militare, le imprese americane, i giornalisti e i membri della comunità ucraina. Ringrazierò gli Stati Uniti a nome dell'Ucraina per il loro aiuto nella nostra lotta per l'indipendenza e la libertà".

LEGGI ANCHE: Biden: "Sono stanco e voglio andare a letto". Sleepy Joe crolla nei sondaggi

Ma non solo. Il presidente ucraino incontrerà mercoledì a New York il collega brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva a margine dell'Assemblea Generale. Lo scrive il Guardian, citando due fonti del governo brasiliano. Lula, infatti, si sarebbe posto come possibile mediatore fra Mosca e Kiev ma è stato molto criticato per non aver voluto chiaramente condannare la Russia per l'invasione dell'Ucraina.

Per la prima volta dal fallimento dell'accordo del Mar Nero, un mercantile ha lasciato il porto ucraino di Chernomorsk, con un carico di 3mila tonnellate di grano. Ad annunciarlo è stato il vicepremier Oleksandr Kubrakov. "La nave Resilient Africa, con a bordo tremila tonnellate di grano, ha lasciato il porto di Chernomorsk e si sta dirigendo verso il Bosforo", ha scritto Kubrakov su Facebook.

LEGGI ANCHE: La Tunisia si sfila: disfatta Meloni. Salta il piano sugli sbarchi di migranti

"Questa”, continua, “è la prima delle due navi entrate a Chornomorsk la settimana scorsa attraverso un corridoio temporaneo per navi civili istituito dalla Marina ucraina”. Il mese scorso l’Ucraina ha annunciato un “corridoio umanitario” nel Mar Nero per liberare le navi bloccate nei suoi porti da quando la Russia ha invaso il paese e per aggirare un blocco di fatto in atto dopo che Mosca ha abbandonato un accordo per consentire a Kiev di esportare grano.

Iscriviti alla newsletter





in evidenza
Luigi Berlusconi scommette su Algojob: investito oltre un milione di euro

Con lui anche Ermotti, figlio dell'ad di Ubs

Luigi Berlusconi scommette su Algojob: investito oltre un milione di euro


in vetrina
Intelligenza artificiale e aziende italiane: le reali applicazioni

Intelligenza artificiale e aziende italiane: le reali applicazioni


motori
Addio alla Smart Fortwo: un’era di mobilità urbana si conclude

Addio alla Smart Fortwo: un’era di mobilità urbana si conclude

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.