A- A+
Food
Aperol Spritz festa al Guggenheim: nuovo design per il Signature Glass

La tipica barca Caorlina, un tempo utilizzata per trasportare frutta e verdura, è vestita a festa con i colori Aperol Spritz per portare l'allergia e la freschezza del tipico aperitivo Veneto tra canali e calli veneziani.

La giornata è anche l'occasione per lanciare il nuovo bicchiere disegnato da Luca Trazzi, architetto e designer di Venezia, che si ispira alla bottiglia di Aperol vista a testa in giù "come quando lo si versa appunto nel bicchiere" illustra l'artista sulla terrazza del Guggheneim Museum che affaccia splendidamente sul Canal Grande.

In questo luogo magico e internazionale Aperol Spritz organizza una volta a settimana un'aperitivo che è già un must tra i giovani di tutti i Paesi che vivono, lavorano o studiano a Venezia e non solo, arrivano da altre città per un appuntamento divenuto imperdibile. Un meltinpot festoso ed elegante accomunato dalla passione per l'arancio e nel bicchiere.

"Aperol Spritz è sinonimo di allegria, di star bene insieme, per condividere un momento di relax e gioia" sottolinea Andrea Neri, direttore marketing Aperol Italia. 

Aperol è nato a Padova nel 1919 e siamo orgogliosi di presentarlo e diffonderlo nel mondo come l'aperitivo veneto, gusto e tradizione di un territorio splendido".

Solo in Veneto si consumano 300.000 Spritz al giorno più di 200 al minuto...

E la Caorlina, rigorosamente spinta a remi, passa da un "bacaro" all'altro per una degustazione dei "cichetti" veneziani, crostini di pane ai vari sapori. Il baccalà, simbolo gastronomico della città, il "saor" con le sarde o altro pesce coperto dalle cipolle delicate e marinate nel'aceto bianco. Oppure più innovativi, come quelli di Naranzaria a Rialto dove Umberto li prepara con la culaccia mantovana e i fichi mielati oppure con una sorta di pasta di pomodori secchi. Sapori particolari e perfettamente equilibrati. Il tutto abbinato a Aperol Spritz perfetto aperitivo per godersi lo straordinario spettacolo che Venezia regala ad ogni angolo e in ogni momento.

 

IL SIGNATURE GLASS

Aperol Spritz presenta ufficialmente il primo signature glass per l’aperitivo più arancio e frizzante d’Italia: un calice che, disegnato dal designer Luca Trazzi, promette di affermarsi presto come nuova icona dell’aperitivo più diffuso e comunemente bevuto in Italia.
Un connubio perfetto, quello tra Aperol Spritz e Luca Trazzi: veronese di nascita e veneziano per corso di studi, il designer ha da sempre un forte legame con il Veneto, sua terra di origine, e con la tradizione di Aperol Spritz. 

Non solo origini comuni, ma anche un mood e una filosofia condivisi. Proprio come per Aperol Spritz, l’attenzione al dettaglio, l’alta qualità e la fruibilità sono la chiave di tutti i successi firmati dal designer veneto. 
Gli oggetti disegnati da Luca Trazzi non seguono mai mode e trend, sono oggetti ‘veri’, in grado di inserirsi perfettamente nella quotidianità delle persone, sono facili da usare, da capire e soprattutto hanno linee semplici e accattivanti.
Nato da un’ispirazione di Luca Trazzi, il concept cardine alla base della creazione del nuovo calice sboccia direttamente da Aperol: capovolgendo l’iconica bottiglia e stilizzando la caratteristica curva della base del collo, è stato definito un bicchiere dalle linee sinuose, slanciate e originali. 

Il calice esprimere così tutta la storia e la tradizione del famoso cocktail aperitivo, grazie a un elemento stilistico che, dal 1919, è rimasto invariato nel tempo: l’inconfondibile profilo del collo della bottiglia. 
Il designer ha voluto trasferire nel bicchiere una connotazione di familiarità, disegnando un oggetto innovativo ma al tempo stesso riconoscibile dai consumatori. Unico e distintivo, il calice ripercorre le curve e la morbidezza della bottiglia di Aperol, protagonista indiscusso dello Spritz, sottolineando le origini e la tradizione del brand.
“Ho disegnato questo calice pensando a un oggetto non minimalista, ma solido e funzionale, in grado di distinguersi dalla classica cristalleria di casa o di un locale”
– racconta Luca Trazzi – “Questo calice è stato pensato per dialogare con gli altri oggetti che lo circondano, per essere presente e visibile nel momento di socialità rappresentato dall’aperitivo, ma soprattutto per abbracciare e dare risalto al suo contenuto. Il famoso color arancio dell’Aperol Spritz viene esaltato grazie alle linee morbide e rotonde del calice; in fondo, vista la forma che ho scelto per questo bicchiere, è come se questo drink uscisse e tornasse dalla bottiglia Aperol”.

Tags:
aperol spritz a veneziadesign bicchiere aperolaperitivo spritz
in evidenza
Condizionatori, scegliere i migliori Tutti i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari

Condizionatori, scegliere i migliori
Tutti i consigli per risparmiare

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Intesa Sanpaolo: torna l’entrata gratuita nei musei della Banca

Scatti d'Affari
Intesa Sanpaolo: torna l’entrata gratuita nei musei della Banca


casa, immobiliare
motori
Honda Civic e:HEV: l’ibrida in chiave sportiva

Honda Civic e:HEV: l’ibrida in chiave sportiva


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.