A- A+
Green
Greta Thunberg posa per Vogue Scandinavia, in copertina contro il sistema moda
Greta Thunberg 
Lapresse

Greta Thunberg su Vogue Scandinavia: "La moda deve cambiare, le campagne verdi sono greenwashing" 

Mentre il mondo brucia, lacerato dagli incendi che divampano dalla Grecia alla Turchia, dall'Italia fino agli Stati Uniti, mettendo a repentaglio vite umane, attività economiche e prospettive future. E dall'Onu, il gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico, pubblica l'ultima rassegna scientifica sullo stato del riscaldamento globale e la crisi climatica, lanciando un allarme senza precendenti, l'edizione scandinava della rivista Vogue decide di dedicare il primo numero alla natura e al clima. 

E per farlo non seleziona una modella professionista, ma un'icona, un'attivista a tutto campo, che ha fatto delle battaglie ambientali e la divulgazione sulla crisi climatica le sue priorità di vita: Greta Thunberg. La giovane 18enne svedese che, con i suoi interventi pubblici, non ha mai smesso di allertare i leader di tutto il mondo sulle conseguenze della grande crisi ambientale, sceglie la copertina dell'edizione scandinava della rivista Vogue, per lanciare un messaggio di denuncia, questa volta contro il "sistema moda", industria poco etica e, falsamente "verde", secondo l'attivista. 

"L'industria della moda contribuisce enormemente all'emergenza climatica ed ecologica, per non parlare del suo impatto sugli innumerevoli lavoratori e comunità che vengono sfruttati in tutto il mondo affinché alcuni possano godere della moda veloce che molti considerano usa e getta", scrive in un post su Instagram l'attivista svedese, rilanciando la foto della copertina di Vogue Scandinavia

"Molti fanno sembrare che l'industria della moda stia iniziando ad assumersi le proprie responsabilità, spendendo cifre fantasiose in campagne in cui si dipingono come "sostenibili", "etiche", "verdi", "climaticamente neutre" e eque", continua Greta Thunberg

"Ma cerchiamo di essere chiari- conclude la 18enne svedese- questo non è quasi mai altro che puro greenwashing. Non è possibile produrre moda in serie o consumare in modo "sostenibile" come il mondo è modellato oggi. Questo è uno dei tanti motivi per cui avremo bisogno di un cambiamento di sistema". 

Commenti
    Tags:
    vogue scandinaviathunberg voguegreta vogue scandinaviagreta thunberg voguevogue
    in evidenza
    Terence Hill lascia Don Matteo Applauso d'addio della troupe

    VIDEO

    Terence Hill lascia Don Matteo
    Applauso d'addio della troupe

    i più visti
    in vetrina
    SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

    SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


    casa, immobiliare
    motori
    Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV

    Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.