A- A+
MediaTech
Berlusconi, ora Mediaset va venduta. Lo "squalo" Bollorè pronto all'assalto
(Fonte immagine: Imagoeconomica) 

Morte Berlusconi, la carta in mano a Vivendi per la scalata a Mediaset

Con la morte di Berlusconi si apre anche inevitabilmente il capitolo eredità. Il nodo principale riguarda il futuro di Mediaset. Per sapere quale sarà il destino dell'azienda - si legge sul Fatto Quotidiano - bisognerà aspettare l’apertura del testamento, le scelte degli eredi e le mosse dei molti attori in campo. La partita si giocherà su Mediaset for Europe, che a parte il nome e la sede in Olanda non ha il peso per reggere sul mercato continentale, non ha trovato il modo di espandersi e vive di un business in via di consunzione. Più probabile diventi preda che cacciatore e tra i più interessati c’è Vivendi, azionista col 23% finora senza peso: i francesi sarebbero intenzionati a proporre un accordo complessivo col placet del governo, in cambio del via libera in Tim all'operazione "rete unica".

Leggi anche: Eredità Berlusconi, lascito azionario a Fascina e l'impero da 4 mld ai figli

Leggi anche: Dopo Silvio, Salvini conta meno: con le elezioni Meloni può prendersi tutto

È in questo contesto - prosegue Il Fatto - che Vivendi, rimasta con le sue azioni bloccate dentro Mfe dopo la spettacolare reazione del "sistema Italia" al suo tentativo di scalata nel 2017, potrebbe rientrare in gioco: i francesi, si dice, sarebbero disposti a lasciare soldi sul tavolo di Tim, dicendo sì alla vendita della rete a prezzi inferiori a quelli finora richiesti, in cambio del via libera a salire ancora in Mediaset. Giorgia Meloni dovrà gestire l'eredità politica dell’ex Cavaliere, ma forse dovrà occuparsi pure di quella economica. I rapporti tra lo squalo bretone Vincent Bolloré, il governo e la famiglia Berlusconi sono oggi pessimi, ma non sarebbe certo il primo matrimonio d'interesse che si vede in giro.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
mediasetsilvio berlusconi





in evidenza
"Rose Villain? Goduria la sua voce sul nostro tappeto di chitarre"

Finley, l'intervista di Affari

"Rose Villain? Goduria la sua voce sul nostro tappeto di chitarre"


in vetrina
Immobiliare, la battaglia degli spot: Sherlock e Watson sfidano la nonna

Immobiliare, la battaglia degli spot: Sherlock e Watson sfidano la nonna


motori
Winkelmann CEO Lamborghini, prudente sulle BEV il primo modello arriverà nel 2028

Winkelmann CEO Lamborghini, prudente sulle BEV il primo modello arriverà nel 2028

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.