A- A+
MediaTech
Bezos presenta la stazione spaziale, per un volo bastano 300mila dollari

Blue Origin presenta la sua stazione spaziale per il turismo Orbital Reef. Ecco quanto potrebbe costare il prezzo del biglietto

Blue Origin, agenzia spaziale privata di Jeff Bezos, ha presentato in collaborazione con Sierra Space la sua stazione orbitale per il turismo chiamata Orbital Reef. L'obiettivo è quello di creare una struttura alternativa a quella di Axiom Space e a quelle delle agenzie governative (NASA, Esa, etc.) che possa spitare diversi astronauti. Al progetto partecipano anche Boeing, Redwire Space, Genesis Engineering Solutions, e l'Arizona State University.

Orbital Reef potrebbe essere pronta entro il 2030, anno in cui verrà esteso il funzionamento della Stazione Spaziale Internazionale (ISS). Blue Origin si occuperà della realizzazione dei moduli, che verranno trasportati nello Spazio con il razzo riutilizzabile New Glenn, il cui volo inaugurale dovrebbe avvenire entro la fine del 2022. Sierra Space si occperà invece del modulo abitativo chiamato LIFE (Large Integrated Flexible Environment). I rifornimenti avverranno tramite il veivolo Dream Chaser in corso di sviluppo. Boeing fornirà invece messi di trasporto (capsula Starliner), moduli scientifici e monitoraggio del corretto funzionamento dei sistemi della stazione spaziale.

Redwire Space installerà i pannelli solari per l'alimentazione mentre Genersis Engineering Solutions fornirà una piccola navicella singola per permettere ai turisti di sperimentare l'esperienza di un'uscita nello spazio. Nella sua fase iniziale Orbital Reef si comporrà di un modulo principale, uno scientifico e di LIFE, che necessiteranno di 100 kW di energia. Il volume interno sarà di 830 m3 per ospitare fino a 10 persone. La stazione orbiterà a 500 Km di quota.

Quanto costa volare nello spazio?

Blue Origin non ha ancora annunciato il prezzo dei suoi spaziali né quanto costerà visitare la stazione Orbital Reef ma sappiamo che un posto sul primo volo con equipaggio è stato messo all'asta per 28 milioni di dollari. Per volo con SpaceX di Elon Musk si dovranno spendere invece almeno una decina di milioni di dollari. Virgin Galactic di Richard Brenson vende i suoi biglietti a 200-250mila dollari. In questo caso però il turista spaziale non volerà a bordo di un razzo ma di un particolare modello di aereo che viene trasportato in quota e poi lasciato libero di librare. L'alternativa low cost è la gigantesca mongolfiera Neptune di Space Perspective, che permetterà di trasporare le persone nell'orbita bassa dal 2024 al costo di 125mila dollari.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    blue originjeff bezosorbital reefsierra space
    in evidenza
    Diversity&Inclusion, l'impegno di FS Italiane per le pari opportunità

    Corporate - Il giornale delle imprese

    Diversity&Inclusion, l'impegno di FS Italiane per le pari opportunità

    i più visti
    in vetrina
    Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza

    Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza


    casa, immobiliare
    motori
    Volkswagen ID.5 e ID.5 GTX, il SUV coupé 100% elettrico arriva in Italia

    Volkswagen ID.5 e ID.5 GTX, il SUV coupé 100% elettrico arriva in Italia


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.