A- A+
MediaTech
Flavio Insinna a La7, Andrea Salerno ad Affari: "Così io e Urbano Cairo lo abbiamo convinto"
Andrea Salerno - Flavio Insinna

Flavio Insinna a La7, Andrea Salerno ad Affari: "Così io e Urbano Cairo lo abbiamo convinto"

Arriva un top player nel preserale di La7: Flavio Insinna dal 7 ottobre presenterà il game show Family Feud. Sei giorni a settimana (lunedì-sabato), si parte poco dopo le 18,30 e il fotofinish è attorno alle 19,55 quando Enrico Mentana (che ha prolungato il suo contratto - in scadenza al 31 dicembre - sino al 2026) lancia i titoli del suo Tg.

Un'operazione firmata dal duo Andrea Salerno-Urbano Cairo. Il patron di La7, nel corso della conferenza stampa milanese (nella cornice del Principe di Savoia), in cui sono stati presentati i palinsesti della rete ha sottolineato i meriti di Andrea Salerno in questa operazione strategica, che rafforza la rete in una fascia delicata in cui era fondamentale operare: dal Padre Brown attuale (con share che oscilla tra l'1,2%-1,5%) al nuovo programma di Flavio insinna, La7 il prossimo anno si prepara per la tele-sfida del preserale.

E la domanda al direttore di La7 sorge spontanea: "Come hai fatto a compiere il colpo di telemercato?"
"Come abbiamo fatto", precisa Salerno ad Affaritaliani.it

Non solo Flavio Insinna e il rinnovo di Enrico Mentana. Il terzo asso nella manica calato sul tavolo dei palinsesti di La7 da Urbano Cairo riguarda il professore Alessandro Barbero che non lascia, ma raddoppia: torna con gli speciali di 'In viaggio con Barbero' e, soprattutto proporrà con un nuovo appuntamento settimanale dal titolo 'Barbero risponde' (26 puntate in seconda serata, ancora da stabilire il giorno di messa in onda).

Come avete fatto... Urbano Cairo ricordava la tua amicizia con Flavio Insinna. Quindi, come lo hai convinto?
"Ci ho messo un po'. Ci conosciamo dal 2018. Anzi no, ancora prima... Da quando condividevamo delle vittorie: lui conduceva Affari Tuoi da una parte (su Rai1, ndr) e a noi avevano dato il retro per fare Gazebo (programma cult di Rai3 con Diego Bianchi, da anni colonna del venerdì sera delle rete di Urbano Cairo con Propaganda Live, ndr). Abbiamo 'vissuto' insieme 4 o 5 anni, siamo diventati amici, Nel 2017 arrivo a La7, l'anno dopo lui aveva problemi in Rai e gli chiesi di venire a fare quello che farà quest'anno. Lui mi disse 'molto volentieri', ma poi firmò e rimase nella tv di Stato. Dopo..."

Dopo...
"Ogni volta che c'è stato un cui c'è stato un momento in cui lo sentivo poco felice io lo chiamavo. Quest'anno con Urbano Cairo abbiamo fatto una corte..."

Spietata...
"Ma no una corte carina... 'Dai vieni a divertirti'. E lui ha accettato. Adesso inizia il bello, perché possiamo lavorare insieme e costruire questa cosa che spero piaccia a tutti"

Che aspettative avete da questo tipo di game show?
"Di fare un bel programma che piaccia al pubblico e ovviamente che sorregga bene il telegiornale e che faccia un ascolto che funzioni. Non diamo l'asticella degli ascolti, ma è un buon investimento e un buon rischio in una rete che quest'anno ha dimostrato di essere molto solida. Mi sembra il momento giusto di tentare questa operazione"

E tra l'altro la rete ha dato un traino al Tg La7 di Mentana che, da anni, compie di suo miracoli quotidiani negli ascolti tv.
"Lui rimane il punto di conferma, ha rinnovato per fortuna, con grande felicità di tutti. Cercheremo di dare forza a un Tg che non è che ne abbia bisogno. E' forte di suo. Ma giustamente se anche lui ha un traino più importante siamo tutti più contenti"

Il colpo Insinna è chiuso. Ma il direttore Andrea Salerno ha un sogno, un colpo anche impossibile che vorrebbe vedere sulla sua rete? Guarda il video e la risposta del direttore di La7






in evidenza
Matteo Berrettini is back, che balzo in classifica Atp: oltre 30 posizioni

Così è rinato il tennista azzurro

Matteo Berrettini is back, che balzo in classifica Atp: oltre 30 posizioni


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico


motori
Luca de Meo CEO Renault: "serve flessibilità per la transizione ai veicoli elettrici"

Luca de Meo CEO Renault: "serve flessibilità per la transizione ai veicoli elettrici"

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.