A- A+
Medicina
Stretch, ecco il robot che va a scuola al posto dei bambini malati

Scienza, grazie a un robot anche i bambini malati vanno a scuola 

Si chiama Stretch il robot progettato per aiutare un bambino malato, affinché possa vedere, ascoltare e parlare con l’insegnante e i compagni di classe come se fosse presente a scuola. Il robot, progettato per i controlli a distanza dei medici negli ospedali o per permettere ai manager aziendali di collegarsi da remoto con le proprie strutture, potrebbe arrivare anche nelle scuole.

Stretch, il robot di telepresenza, potrebbe essere adoperato nelle scuole come valido aiuto per i bambini affetti da malattie croniche e invalidanti. I bambini potranno così prendere parte alle lezioni, chattare con gli amici, pranzare con i compagni e partecipare alle recite senza bisogno di lasciare casa o e le cure ospedaliere.

A credere fermamente nel progetto e a portarlo avanti già da alcuni anni, prima dell’inizio della pandemia, è la ricercatrice Veronica Ahumada che studia informatica sanitaria e interazioni uomo-robot presso l’Università della California (UC). La ricerca muove dall’esperienza di Ahumada, con un’infanzia segnata dalle difficoltà dovute a una malattia congenita che l’ha costretta a mesi di assenza scolastica e a tanta sofferenza.

 

LEGGI ANCHE 

Nasce DOC24, digital clinic di telemedicina. Un progetto ICC

The Corporate Factory, nasce il primo laboratorio italiano di brand journalism

Facebook News debutta in Francia, il "giornale" di Meta si espande in Europa

Commenti
    Tags:
    malattiarobotscienza




    in evidenza
    Falchi-Crippa, prima uscita pubblica Matrimonio in vista? Quell'anello...

    Le foto

    Falchi-Crippa, prima uscita pubblica
    Matrimonio in vista? Quell'anello...

    
    in vetrina
    Crozza/Sala: "Se mi metto una cassetta delle offerte al collo raccogliamo un po’ di soldini..."

    Crozza/Sala: "Se mi metto una cassetta delle offerte al collo raccogliamo un po’ di soldini..."


    motori
    Luna Rossa Prada Pirelli, parte da Cagliari la sfida per l'America's Cup 2024

    Luna Rossa Prada Pirelli, parte da Cagliari la sfida per l'America's Cup 2024

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.