A- A+
Politica
Forza Italia nel caos: guerra dei ministri azzurri a Berlusconi. Scissione?
Renato Brunetta Mara Carfagna Mariastella Gelmini 
Lapresse

Do ut des. Nella nuova residenza di Silvio Berlusconi a Roma, Villa Grande (il vertice si è tenuto a casa dell'ex Cav per una questione di cortesia, vista l'età e i recenti problemi fisici, e anche per le maggiori disponibilità di spazi del leader azzurro), è andato in scena ieri lo scambio tra i sovranisti (o ex sovranisti) Matteo Salvini e Giorgia Meloni e l'ex presidente del Consiglio e leader azzurro. In cambio del sostegno compatto del Centrodestra alla candidatura di Berlusconi al Quirinale - quel sogno evocato già mesi fa per la prima volta proprio ad Affaritaliani.it da Antonio Tajani - il presidente di Forza Italia si è impegnato ufficialmente e formalmente a dire no a ogni tipo di riforma in senso proporzionale della legge elettorale. Ovvero il piano che stanno accarezzando, con qualche difficoltà, sia il Pd sia il Movimento 5 Stelle, oltre ovviamente ai centristi (renziani in testa). Il tema è assolutamente fondamentale e non è affatto una vera questione tecnica.

Il proporzionale, cioè il sistema con il quale votiamo ad esempio alle elezioni europee, consentirebbe a Forza Italia di sganciarsi dagli alleati di destra e con un ipotetico 7 o 8% di diventare nel prossimo Parlamento, probabilmente, l'ago della bilancia. Esattamente quello che non vogliono Salvini e Meloni, che temono una saldatura FI-Pd-M5S-cespugli centristi per continuare con Mario Draghi a Palazzo Chigi o con un altro premier se SuperMario dovesse andare al Quirinale - Per Lega e Fratelli d'Italia è decisivo inchiodare gli azzurri alla storica alleanza di Centrodestra. Perché proprio con il Rosatellum (che prevede i collegi elettorali e quindi lo scontro bipolare) quel 7 o 8% di FI può essere decisivo per far vincere il Cdx e portare a Palazzo Chigi Salvini o Meloni (o Giorgetti, come ha detto ad Affaritaliani.it Vittorio Sgarbi).

 

LEGGI ANCHE:

Vertice Centrodestra: Silvio al Colle, stop alle trappole e sistema maggioritario. I tre punti che uniscono tutti

Centrodestra, pere al vin brulè e spigola al forno: a Villa Grande cambia il menù


Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    forza italia proporzionalegelmini forza italiaguerra forza italia berlusconiscissione forza italia
    in evidenza
    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    Corporate - Il giornale delle imprese

    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    i più visti
    in vetrina
    CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

    CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


    casa, immobiliare
    motori
    Fondazione Pirelli: l’archivio storico dell’azienda milanese e non solo

    Fondazione Pirelli: l’archivio storico dell’azienda milanese e non solo


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.