I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Il quadro

SCRITTURIE CONTABILI OBBLIGTORIE NELLA LEGGE 3/12 art. 9 comma 3

Angelo2
 

L’argomento del giorno punta i riflettori sul 3° comma dell’art. 9 della legge 3/12 in materia di sovraindebitamento - “Il debitore che svolge attività d'impresa deposita altresì le scritture contabili degli ultimi tre esercizi, unitamente a dichiarazione che ne attesta la conformità all'originale”.

Domanda: quali sono le scritture contabili da depositare?

Risposta: quelle previste dall’art. 2214 del codice civile: “Libri obbligatori e altre scritture contabili.

L'imprenditore che esercita un'attività commerciale deve tenere il libro giornale e il libro degli inventari. ....Le disposizioni di questo paragrafo non si applicano ai piccoli imprenditori.”

Domanda: chi sono i piccoli imprenditori?

piccolo imprenditore vignetta 19 0tt
 

Risposta: Art. 2083 c. c.  - (Piccoli imprenditori) – Sono piccoli imprenditori i coltivatori diretti del fondo, gli artigiani, i piccoli commercianti e coloro che esercitano un'attività professionale organizzata prevalentemente con il lavoro proprio e dei componenti della famiglia.

Domanda: quali sono i limiti dimensionali per essere considerati “piccoli imprenditori”?

Risposta: il codice civile non indica dei limiti dimensionali.

Domanda: E’ possibile fare riferimento ad altre fonti normative per comprendere chi sono i “piccoli imprenditori”?

Risposta: Si, la giurisprudenza in materia fallimentare, che fa riferimento ai parametri di fallibilità ex art. 1 della legge fallimentare.

Per questo motivo, superando soltanto uno dei parametri della NON fallibilità, sono state dichiarate fallite da alcuni Tribunali imprese artigiane (Cassazione civile sez. VI - 06/06/2017, n. 14051), imprese agricole ed anche piccoli commercianti che conducevano la propria attività solo con il proprio lavoro e con quello dei familiari.

Presso il Tribunale di Brindisi una procedura ex legge 3/12 adottata da un imprenditore agricolo con un volume di ricavi superiore a 200.000 euro era stata dichiarata inammissibile in quanto, a parere del Giudice di prime cure, il sovraindebitato era un “soggetto fallibile” mentre, dopo apposito ricorso, il Giudice adito dichiarava la “non fallibilità” e, quindi, riteneva “ammissibile” la procedura di sovraindebitamento disponendo l’omologazione della proposta di accordo. (Ciò dimostra l’incertezza della norma.)

Pertanto, secondo il citato principio, tutti i soggetti che rientrano nei parametri della non fallibilità sono esentati dal depositare il libro giornale e il libro degli inventari e gli altri documenti previsti dall’art. 2214 c.c., bensì documenti alternativi dai quali si possa ricostruire compiutamente la situazione economica e patrimoniale ex art. 7 comma 2 lett. d) legge 3/12.

CONCLUSIONI

Io concordo parzialmente con questa prassi - la mia opinione è la seguente.

Fermo restando il principio maturato nell’ambito delle procedure fallimentari che per capire chi è “piccolo imprenditore” bisogna far riferimento ai parametri di fallibilità, ci sono casi in cui l’imprenditore, pur essendo “sotto soglia di fallibilità” non può essere considerato “piccolo imprenditore” per ragioni oggettive e/o soggettive.

Si pensi all’imprenditore individuale di una azienda industriale, anche se si trova sotto soglia, se accede alla legge 3/12 dovrà depositare presso l’Organismo di composizione della crisi il libro giornale e il libro degli inventari e gli altri documenti previsti dall’art. 2214 c.c. come disposto dal 3° comma dell’art. 9 della legge 3/12.

Non sempre si può fare riferimento solo all’aspetto quantitativo, ma va analizzata caso per caso l’influenza di quello qualitativo.

Potete inviare i Vostri quesiti a

angelo@andriuloweb.it

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    libro giornalelibro degli inventaripiccolo imprenditoreartigianicommerciantiprofessionistilimiti dimensionalicassaz. civile sez. vi - 06-06-2017 nr. 14051imprese agricoleart. 2214 ccart. 7 legge 3-12azienda industrialeorganismo di composizione della crisi
    in evidenza
    CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    Corporate - Il giornale delle imprese

    CDP, ospitato FiCS a Roma
    Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    i più visti
    in vetrina
    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


    casa, immobiliare
    motori
    Renault e Mathieu Lehanneur presentano il concept-car della mitica R4

    Renault e Mathieu Lehanneur presentano il concept-car della mitica R4


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.