I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Imprese e Professioni
ABI al Salone dei Pagamenti dal 4 al 6 novembre. L'importanza dell'advocacy

Il "Salone dei Pagamenti" - Organizzato da ABIServizi, "Il Salone dei Pagamenti" sarà incentrato sull'innovazione. Si svolgerà online il 4, 5 e 6 novembre 2020. L'edizione 2020 de "Il Salone dei Pagamenti" sarà totalmente digitale. ABIEventi ha scelto una piattaforma digital evoluta che consentirà agli utenti una fruizione smart dei contenuti e una facile interazione con tutti i relatori e gli Sponsor.

Per maggiori informazioni e per partecipare come Sponsor potete scrivere a: abieventi@abi.it 

Le 9 aree tematiche del Salone dei Pagamenti 

  • Il futuro dei pagamenti globali
  • Il negozio del domani
  • E-commerce ed ecosystems
  • Open Banking
  • Verso una società digitale
  • Digital Life e nuove generazioni
  • La nuova frontiera Tech
  • Cyber-Security
  • Fintech

Il dettaglio delle aree tematiche e il programma sono a questo link

Bancaforte TV

Anche Flavio Padovan e Maddalena Libertini pochi giorni fa su Bancaforte TV ribadivano che le moratorie sono state un importante strumento di sostegno economico in questa fase di emergenza, ma è fondamentale prepararsi ad affrontare quello che accadrà dopo. Da un lato è determinante per le banche predisporsi subito a valutare la robustezza delle controparti e a comprendere chi avrà bisogno di ulteriore supporto, ma dall'altro secondo noi è altrettanto importante che le banche si concentrino sugli aspetti non più rinviabili dell'innovazione e dell'adeguamento dei servizi alle nuove esigenze che si sono palesate negli ultimi mesi.

L'Europa accelera sull'innovazione

Silvia Attanasio, responsabile Innovazione ABI, al Salone dei Pagamenti 2020 modererà due sessioni di approfondimento sui temi chiave per la trasformazione digitale. “Ci troviamo alla convergenza di numerose forze che spingono all'innovazione” ci ricorda Silvia Attanasio in un'intervista rilasciata a Bancaforte TV a cura di Flavio Padovan e Maddalena Libertini. "Lo scorso 24 settembre la Commissione europea ha rilasciato il Digital Finance Package, che prevede l’interoperabilità delle identità digitali a livello Ue e nuove strategie per i pagamenti retail e la finanza digitale, tra cui anche proposte legislative sulle cripto-attività e un regime pilota per le infrastrutture di mercato basate su tecnologie Dlt. Pochi giorni dopo, il 2 ottobre, la Bce ha annunciato un focus per l'euro digitale, cioè per una central bank digital currency basata su tecnologia Dlt".

Il ruolo dell'Europa quindi è sempre più determinante per la crescita economica del nostro Paese, come del resto si comprendeva da tempo. Su alcuni di questi temi chiediamo il parere del dr. Emanuele Salamone, esperto di advocacy a livello europeo e autore di numerosi contributi che vorremmo definire "dirompenti" nell'ambito di economia e finanza.

Intervista al dr. Emanuele Salamone, esperto di advocacy

Dr. Salamone, non a tutti è chiara la funzione dell'advocacy che lei svolge sia in Italia, presso il parlamento italiano, sia a Bruxelles presso il parlamento europeo e la commissione. Può sintetizzarci come potrebbe essere definito il suo ruolo?

Emanuele SalamoneEmanuele Salamone

"Sono un esperto di gestione aziendale e finanza a livello internazionale, per questo mi sono trovato a sviluppare attività di “advocacy” e “lobby” per meglio raggiungere gli obiettivi che si pongono i miei committenti. Infatti ormai mi occupo prevalentemente di public & government affairs, relazioni istituzionali, marketing politico. Vuole una descrizione sintetica dell'advocacy? Eccola: l'advocacy effettua un approccio diretto ai legislatori su una determinata questione e gioca un ruolo importante nella politica moderna per portare a livello decisionale le istanze sia di stakeholders, sia di cittadini comuni. Le dirò di più: la ricerca socio-politica sta cominciando ad esplorare il modo in cui i gruppi di advocacy utilizzano i social media per facilitare l'impegno civile e l'azione collettiva".

Parliamo quindi di una funzione molto importante per accelerare l'iter legislativo

"L'importanza storica del ruolo dell’advocacy è evidente quando le aziende sentano la necessità di una figura che le rappresenti in contesti istituzionali. Anzi, questa figura diventa centrale sia nelle attività dei rapporti esterni delle aziende con i sui interlocutori, sia nella visione strategica della comunicazione. Oggi le aziende, che siano PMI o realtà multinazionali, sentono la necessità di un confronto con le istituzioni e le parti terze che interagiscono con la loro sfera. La creazione di un dialogo strutturato e strategico risulta oggi fondamentale per la crescita e la rappresentanza dei bisogni e le esigenze di un'azienda che in un momento storico come questo deve necessariamente avere una visione strategica e strutturata."

La discussione sul Mes sta diventando sempre più serrata. Lei che cosa ne pensa?

"Ritengo fondamentale oggi il sostegno del Mes come forma di rilancio strategico del sistema sanitario. L’eccellenza della macchina sanitaria italiana è stata messa a dura prova durante i mesi del lockdown, dando prova di forza e di resistenza di un sistema solido. E’ vero anche che il Mes rappresenta un’opportunità unica per efficientare i processi di questo sistema e potenziarli."

Ma non tutto il mondo dell'industria è allineato sulle stesse posizioni

"Confindustria con il suo presidente Bonomi sta lanciando forti segnali affinchè il governo si muova in una direzione univoca che tenda alla salvaguardia del sistema economico, creando strumenti che possano rendere autonome le scelte degli imprenditori nel reintepretare l’attuale situazione. Dall’altra parte un occhio attento alla salvaguardia dei lavoratori è fondamentale per mantenere in equilibrio l’economia reale. Il recovery è uno strumento che senza visioni strutturali e strutturate perde le sua efficacia, che solo attraverso una visione strategica d’insieme può produrre reali opportunità. Siamo giunti ad un punto storico in cui pubblico e privato si intersecano quasi a sovrapporsi nell’interesse di una mutua collaborazione che già non definisce più nettamente i rispettivi confini bensì li rende interdipendenti. Oggi più che mai il governo è chiamato a fare da collante tra questi due mondi che necessitano di una cura antibiotica per via delle varie patologie endemiche che ne gli anni sono proliferate. Ritengo essenziale un posizionamento strategico del nostro Paese a Bruxelles, e auspico che l’Italia ricuperi la sua centralità nell’economia internazionale".

Loading...
Commenti
    Tags:
    abisalone dei pagamentiadvocacyemanuele salamoneinnovazioneeuropatrendiest news
    Loading...
    in evidenza
    Lockdown, esodo dei parigini Le immagini da film apocalittico

    Fuga verso la campagna. VIDEO

    Lockdown, esodo dei parigini
    Le immagini da film apocalittico

    i più visti
    in vetrina
    Grande Fratello Vip 5, UN CONCORRENTE ESCE DALLA CASA. E GREGORACI-PETRELLI..

    Grande Fratello Vip 5, UN CONCORRENTE ESCE DALLA CASA. E GREGORACI-PETRELLI..


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Renault Captur, anche l’ibrido diventa accessibile a tutti

    Renault Captur, anche l’ibrido diventa accessibile a tutti


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.