I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Imprese e Professioni
Cresce l'interesse per Relatech SpA, Digital Solution Company quotata all'AIM

Già a inizio gennaio 2021 Affari Italiani aveva inserito Relatech SpA, PMI Innovativa quotata su AIM Italia, fra i cinque titoli lombardi in evidenza. Relatech è una Digital Enabler Solution knowledge Company e PMI Innovativa specializzata in Big Data, Blockchain, Machine Learning e Cloud. Relatech, sotto la guida sicura di Pasquale Lambardi, Founder e Ceo della società, sta consolidando molto rapidamente la propria presenza sul mercato. Proprio recentemente Giuseppe Dominoni, CEO e partner della controllata Mediatech, ha siglato un contratto per l’utilizzo dei servizi di Cybersecurity di Cynet. La partnership rappresenta un ulteriore rafforzamento del Gruppo nel settore della cybersecurity.

Il frazionamento azionario

Dal 25 gennaio 2021 le azioni ordinarie di Relatech S.p.A., operato il frazionamento deliberato il 30 dicembre 2020, hanno cambiato ISIN e il titolo è negoziato post frazionamento. Il capitale sociale resta invariato in complessivi euro 109.225,07. Il frazionamento è avvenuto tramite l’assegnazione di 3 nuove azioni ordinarie (nuovo codice ISIN IT0005433740 - godimento regolare - cedola n. 1 e seguenti) per ciascuna vecchia azione ordinaria posseduta (vecchio codice ISIN IT0005371874 - godimento regolare - cedola n. 1 e seguenti) contestualmente ritirata e annullata. Inoltre le azioni di compendio erano sottoscritte in ragione di n. 3 azioni di compendio ogni n. 2 Warrant esercitati.

Lo smart working nel 2021 si rinnova

Pasquale LambardiPasquale Lambardi

Relatech è pronta a rispondere ai cyber-attack attraverso la propria piattaforma digitale e Cloud-based RePlatform. La pandemia globale ha imposto alle aziende di adottare lo smart working che, se da una parte ha aumentato l’utilizzo della tecnologia della nuvola, dall’altra ha esasperato il rischio, sempre più frequente, di possibili attacchi informatici che colpiscono sia i singoli utenti del web quanto i colossi multinazionali.

Il World Economic Forum, all’interno del Global Risks Report 2020, ha classificato i cyberattacchi come una delle maggiori minacce per le aziende da qui ai prossimi anni. Il lavoro agile e il new normal, infatti, hanno favorito l’aumento dei cyber attack alla privacy, ai dati, alla proprietà intellettuale, al valore aziendale, andando ad intaccare sensibilmente l’operatività e il business delle aziende. È proprio dalla consapevolezza di essere soggetti vulnerabili, che diventa imprescindibile per le aziende adottare elevati sistemi di sicurezza.

Cyber-intelligence e Cybersecurity

Relatech si distingue come digital player di riferimento, offrendo alle aziende valide soluzioni e servizi nell’ambito della Cyber-intelligence e Cybersecurity. La società, attraverso la propria piattaforma digitale e cloud based RePlatform che integra al suo interno i più elevati sistemi di sicurezza informatica, è in grado di offrire ai propri clienti soluzioni affidabili, sicure e modulari per proteggere l’infrastruttura e il valore aziendale.

Beppe DominoniGiuseppe Dominoni

Come dicevamo, Relatech ha accolto nel Gruppo nuove società, quali Mediatech, specializzata in cybersecurity e cloud, che ha permesso il rafforzamento di un ecosistema di partnership tecnologiche all’avanguardia, e Cynet, leader mondiale nella cybersecurity, Nutanix, specializzata nel cloud iperconvergente e Barracuda, provider di soluzioni innovative per la sicurezza dei dati e delle reti.

A contraddistinguere l’offerta Relatech, è la capacità dell’azienda di proporre al cliente non solo nuovi servizi e soluzioni sempre all’avanguardia tecnologica in linea con l’esigenza di mercato, ma anche e soprattutto attivare dei veri e propri meccanismi di knowledge sharing per sviluppare insieme al cliente una “Cultura della Sicurezza IT” che diventa fondamentale per attivare internamente dei sistemi di riconoscimento predittivo del rischio informatico.

Il Recovery Fund

La necessità di presidiare il tema è ben chiara anche alla Commissione Europea, che ha sottolineato l’esigenza di modernizzare il Paese e previsto nuove risorse economiche (Recovery Fund) da investire nel campo della sicurezza per costruire un forte e moderno sistema di intelligence economica, capace di allestire un sistema-Paese all’altezza dell’odierna competizione internazionale globale e in raccordo con un perimetro di cybersecurity adeguato alle necessità di oggi e di domani.

La società continuerà ad investire nella cybersecurity, settore ad oggi strategico e sempre più in crescita nel prossimo futuro. Relatech si afferma come il partner tecnologico di riferimento per tutte quelle aziende che non vogliono “restare indietro” e che vedono nella sicurezza informatica l’investimento vincente per non essere le prossime “vittime” dei più svariati cyber attack, che vanno dalle ormai note azioni di phishing fino al blocco totale del business e delle infrastrutture IT (sistemi, reti, programmi) aziendali.

Commenti
    Tags:
    relatechdigital solution companyaimpasquale lambardigiuseppe dominonimediatechtrendiest news
    in evidenza
    Heidi Klum reggiseno via in barca Diletta Leotta da sogno in vacanza

    Wanda Nara.... che foto

    Heidi Klum reggiseno via in barca
    Diletta Leotta da sogno in vacanza

    i più visti
    in vetrina
    Nicole Daza, chi è la compagna di Marcell Jacobs: la biografia

    Nicole Daza, chi è la compagna di Marcell Jacobs: la biografia


    casa, immobiliare
    motori
    Honda HR-V, arriva la tecnologia full Hibird

    Honda HR-V, arriva la tecnologia full Hibird


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.