I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Lampi del pensiero
La sanità pubblica contro il virus. La follia liberista è evidente più che mai

È inutile negarlo. Magari compiendo il ben noto gesto dello struzzo, che nasconde la testa sotto la sabbia, per non vedere ciò che gli sta intorno. La situazione del contagio è grave e bisogna esserne consapevoli, per quanto ciò possa ai più suonare ovvio e banale. Ma anche l’ovvio vuole la sua parte. L’Italia è al momento il terzo Paese del mondo per numero di contagi: di fatto, sotto questo profilo, è un Paese asiatico e non europeo, risultando addirittura più contagiato rispetto all’orientalissimo Giappone. Vero è che, nel caso dei virus, si può ragionevolmente sostenere che solo chi cerca, trova: chiaro, dunque, che a fronte dei tanti tamponi eseguiti, si trovino più casi positivi.

Dove non si fanno i tamponi, per converso, non si trovano casi. Siamo davvero sicuri, ad esempio, che la teutonica francoforte sul Meno, porta d’accesso della Cina in Europa, sia del tutto esente da casi di Coronavirus? Sembrerà banale dirlo, ma entro certi limiti la febbre non esiste, se non la si misura. Mi sia consentito svolgere due considerazioni sulla questione, che reputo non marginali. In primis, è giusto preoccuparsi ed essere cauti, seguendo le istruzioni del Ministero e dei medici: ma occorre in ogni guisa evitare che siano psicosi e panico a prevalere. Lo sappiamo, del resto: la paura è, da sempre, il più potente strumento che il potere usa per controllare e governare i popoli.

Il potere assai spesso usa le situazioni emergenziali e di crisi per forgiare e plasmare le masse, inducendole a fare ciò che esso vuole. Sicché occorre mantenere la calma, come usa dire: lasciando che – con la metafora platonica – l’auriga razionale alla guida dell’anima non perda il controllo. La seconda considerazione che desidero svolgere riguarda la questione della sanità pubblica. È già evidente e innegabile: con il moltiplicarsi dei casi dei contagiati, specialmente in Lombardia, appare più che mai di vitale importanza una sanità pubblica forte e ben strutturata, fiorente e attrezzata. Chi si prende cura, infatti, dei soggetti colpiti da Coronavirus? Non certo i privati, è evidente.

È la sanità pubblica che sta ora svolgendo un ruolo eroico, con i suoi medici e infermieri. L’emergenza che la patria sta vivendo pone in evidenza, una volta di più, la follia della ragione liberista. Che in questi anni non ha perso occasione, ogni volta le sia stato possibile, per effettuare tagli, spending review e “razionalizzazioni” in senso privatistico, sempre in nome delle leggi sacre del mercato e della sacra voluntas della UE. 

IMG 20180131 WA0000
 

Loading...
Commenti
    Tags:
    diego fusarocoronavirus
    Loading...
    in evidenza
    La Cipriani manda in tilt la rete Il lato B con quel costumino...

    Belen, Diletta e... Le foto delle Vip

    La Cipriani manda in tilt la rete
    Il lato B con quel costumino...

    i più visti
    in vetrina
    CHIARA FERRAGNI SENZA REGGISENO: SCOLLATURA SEXY. E CALZE A RETE... FOTO

    CHIARA FERRAGNI SENZA REGGISENO: SCOLLATURA SEXY. E CALZE A RETE... FOTO


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes-Benz Collection presenta le collezioni di bici e monopattini

    Mercedes-Benz Collection presenta le collezioni di bici e monopattini


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.