A- A+
Cronache
Fidanzati uccisi a Lecce, condannato all'ergastolo l'ex inquilino

L'ex inquilino e reo confesso del duplice omicidio dei fidanzati di Lecce è stato condannato all'ergastolo

La Corte d'assise ha condannato all'ergastolo Antonio De Marco, per il duplice omicidio dei fidanzatini di Lecce Eleonora Manta e Daniele De Santis. I fatti: la sera del 21 settembre 2020, la coppia rispettivamente 30 e 33 anni, fu massacrata con 79 coltellate, tra il pianerottolo e le scale interne dell'appartamento di via Montello, dove i due convivevano.

All'epoca, De Marco era infermiere e con le vittime aveva condiviso per un periodo di tempo l'appartamento. Il giovane ha compiuto l'omicidio perché non tollerava la felicità manifestata dai due innamorati. Nonostante le perizie psichiatriche e la richiesta dei difensori dell'assassino di procedere a nuove verifiche sul suo stato psicofisico, secondo il pubblico ministero Maria Consolata Moschettini il ragazzo è stato sempre capace di intendere e di volere, lucido nello sfogare la sua rabbia sulla coppia.

L'avvocato Mario Fazzini, legale della famiglia De Santis, dopo la condanna all'ergastolo inflitta ha affermato: "Meglio che 'De Marco' non sia venuto in aula; è una persona che non si è mai pentita di nulla, non ha mai chiesto perdono, nulla. Non puo' esserci perdono, quello che ha fatto è inqualificabile, lo abbiamo visto tutti". Fazzini conclude: "Non è stato riconosciuto solo l'isolamento diurno. La pena dell'ergastolo era scontata per come sono andati i fatti e per come è giusto che fosse. Non poteva essere diversamente. Hanno cercato di avere l'infermità mentale e non ci sono riusciti. É la giusta punizione da un punto di vista della giustizia terrena".

Leggi anche: 

Salvini: "Draghi non cade... se qualcuno non si inventa robe strane..."

Prorogato lo scontro sui carburanti. Esclusiva Affaritaliani.it

Guerra Russia Ucraina, l'interesse nazionale è nella Nato e nella UE. Mai con i nemici della democrazia

Professione manager, Labriola (Tim): “Curricula? Li sceglie l’intelligenza artificiale ma poi...". VIDEO

Festival della canzone cristiana in Ucraina-Russia: "Sotto le bombe di Putin"

Il presidente di Enel Crisostomo: "Per l'idrogeno ci vorranno 7 anni" - VIDEO

Workday Elevate Italia, a Milano si discute di business del futuro

Intesa Sanpaolo, al via iniziativa a sostegno del Comune di Bergamo

BPER Banca è Premium Partner di Biografilm Festival 2022

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    antonio de marco lecceergastolo
    Iscriviti al nostro canale WhatsApp





    in evidenza
    "Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"

    De Filippi furiosa in tv

    "Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"

    
    in vetrina
    Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire

    Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire





    motori
    CUPRA Born VZ: prestazioni elettriche senza compromessi

    CUPRA Born VZ: prestazioni elettriche senza compromessi

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.