A- A+
Economia
Russia, Putin vede le imprese italiane. Furia Bruxelles: "Inopportuno"

Russia, Putin sapeva tutti i dettagli di ogni azienda italiana

L'incontro tra Putin e le imprese italiane in Russia è diventato un caso diplomatico perchè è avvenuto ieri, nel pieno della crisi ucraina e ad un passo da una possibile guerra. Bruxelles - si legge sul Messaggero - parla di vertice «inopportuno», che «avrebbe dovuto essere rinviato». Anche Washington storce il naso. Quello che doveva essere un appuntamento programmato per discutere di scambi commerciali tra Italia e Russia, è diventato un caso. Complice la presenza al vertice di Vladimir Putin, accompagnato da otto ministri, nello stesso giorno in cui gli Stati Uniti e la Nato hanno consegnato un documento ai sovietici per provare ad offrire una via diplomatica per uscire dalla crisi Ucraina. Una tempistica considerata, insomma, discutibile. Anche se nel vertice non si è parlato di geopolitica. Ma di gas, di transizione ecologica e di investimenti.

Presenti - prosegue il Messaggero - molti big dell'imprenditoria italiana, dal numero uno di Enel, Francesco Starace, a Marco Tronchetti Provera, ceo di Pirelli e presidente del Comitato imprenditoriale italo-russo, ad Andrea Orcel, ceo di Unicredit, al presidente di Generali Gabriele Galateri di Genola. Il leader del Cremlino ha confermato che garantirà le forniture alle imprese italiane e non solo. Ha sottolineato che «la Russia è un fornitore di risorse energetiche affidabile» e ha ricordato che «l'Italia è il terzo Paese europeo per interscambio commerciale con la Russia». Il presidente russo ha anche affermato di voler favorire «condizioni favorevoli e stabili, sia dal punto di vista sociale che economico, per lo sviluppo dei piani strategici delle imprese italiane».

LEGGI ANCHE

Casellati Presidente: mancano solo 15-20 voti. Scrutinio al cardiopalma

Fi, Berlusconi soffrirebbe di un'infezione. In ospedale non solo per controlli

Morte Liliana, "per tutti sono stato io ma la verità è vicina". Sfogo Visintin

Iscriviti alla newsletter
Tags:
bruxellesguerra ucrainaimprese italianerussiavladimir putin





in evidenza
Affari va in rete

MediaTech

Affari va in rete


motori
Luca De Meo CEO Renault Group, la visione dietro l'Alpine A290

Luca De Meo CEO Renault Group, la visione dietro l'Alpine A290

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.