A- A+
Spettacoli
Federica Abbate, l'outsider "fuori come un balcone"

Dopo il successo come songwriter, suoi i testi di "Roma-Bangkok", "Nessun grado di separazione" e "Combattente", Federica Abbate guarda al futuro come cantautrice sotto l'etichetta della Carosello Records e il suo singolo di debutto, "Fiori sui balconi", ha superato in pochissimi mesi le 630.000 visualizzazioni.

Negli ultimi anni ti sei fatta conoscere ed apprezzare come autrice, tra gli altri i testi di "Roma-Bangkok", "Nessun grado di separazione" e "Combattente" sono nati dalla tua penna, cosa ti ha portato poi ha percorrere la strada della cantautrice? Quale è stato il momento in cui hai deciso di andare oltre la scrittura dei testi?

"Diciamo che tutto quando, ma davvero tutto, è sempre girato attorno alla musica e alle canzoni. Nel momento in cui ho scritto testi molto personali in cui parlavo non tanto di temi generici ma di temi davvero molto introspettivi e "miei" è nato anche il bisogno di metterci la faccia oltre che la firme, non tanto perché in qualche modo patissi l'assenza del palco e della prima linea quanto perché in qualche modo sentivo che quelle canzoni così miei avrebbero perso qualcosa se cantate da altri".

"Fuori sui balconi" è il tuo primo singolo e su YouTube in pochissimi mesi ha già superato le 630.000 visualizzazioni, com'è nato? Che temi tratta?

"Il testo di "Fiori sui balconi" si concentra su alcuni temi ricorrenti della mia vita, è un po' il mio biglietto da visita e umanamente parlando racconta molto di me, soprattutto della mia sensazione di essere spesso fuori luogo e inadatta rispetto alla realà. Ecco, questa sensazione penso sia vissuta da tanti, soprattutto dai giovani come me che in una società cannibalizzante e che propone continuamente standard altissimi faticano a trovare il loro spazio. Essere "fuori come un balcone" allora non significa non essere all'altezza o essere destinati al fallimento, anzi, significa essere sé stessi indipendentemente da tutto, si cresce e si migliora anche essendo un po' degli outsider. Anzi, a volte la carta vincete diventa proprio quel pensare fuori dagli schemi canonici".

Il video del singolo è molto particolare, come è nato?

"Il video è stato girato a Londra perché è una delle mie città preferite e secondo me ha un lato molto "sognante", è facile perdersi nei suoi colori. Nella clip inoltre giro per le strade e i vicoli in vestaglia e pigiama proprio per riprendere il concetto dell'essere fuori luogo".

In un mondo sempre più veloce e dominato dai social che cosa può trasmettere, ancora, la musica?

"I ragazzi di oggi, e non solo gli adolescenti, hanno secondo me una sensibilità totalmente diversa rispetta a quella dei loro (nostri) genitori. I social sicuramente hanno influito molto e sono diventati in qualche modo un filtro sulla realtà, un filtro che aumenta ancora di più il bisogno di essere all'altezza e di mostrarsi senza difetti, come nascosti da un filtro di Instagram, la musica può davvero dare voce a tutte queste sensazioni e alle emozioni dei ragazzi. In "Fiori sui balconi" parlo proprio del bisogno di essere accettati così come si è, senza veline a coprire i nostri limiti e senza paura di scoprire di averne, la sfida che voglio raccontare non è quella che porta a scappare dalla realtà ma bensì ad affrontarla".

Com'è il mondo della musica?

"E' sicuramente, come tutti gli ambienti lavorativi, un mondo molto selettivo e molto competitivo. Al di sotto di una certa soglia, poi, non è pensabile vivere di musica nel senso che se i tuoi pezzi non hanno un buon riscontro non puoi mantenerti solo facendo musica, ha anche delle dinamiche molto complesse e richiede grande professionalità".

Com'è cambiata la scena musicale italiana?

      "Ci sono stati grandi novità, basti pensare anche all'avvento di Spotify, che hanno portato gli ascoltatori a scegliere davvero cosa ascoltare e ad abituarsi anche a sonorità diverse dalle solite. Mi sembra poi che ultimamente ci sia anche una grande richiesta di cantautorato, in qualche modo il pubblico chiede di sentirsi dire la verità in modo più spontaneo e forse anche intimo".

Tags:
federica abbatefiori sui balconi
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce

Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.