A- A+
Esteri
Genova, Villa Bombrini: l’hub sanitario per i profughi ucraini

Guerra Russia-Ucraina, a Genova l'hub sanitario per assistere i profughi

"Il primo giorno che abbiamo aperto il servizio, c'era una bambina che doveva fare il tampone: le davo le caramelle e le rifiutava, i gessetti per disegnare e non li ha voluti. Continuava a chiamare 'papà'. Ma il padre non c'era: era rimasto in Ucraina". Lo ha raccontato all’Agi Rehhal Oudghough, coordinatore infermieristico di Villa Bombrini, nel quartiere genovese di Cornigliano, diventato hub sanitario per l'assistenza ai profughi fuggiti dalla guerra.

"Molti bimbi - racconta il dottore - hanno uno sguardo triste, parlano poco. Hanno subito un trauma che spero riescano ad elaborare, ma non è facile". “Anche le donne - continua - le vedi aspettare il proprio turno composte, sedute, ma con lo sguardo perso. Sono in una fase molto critica". 

L’hub serve per avviare l’identificazione dei profughi, a cui viene rilasciato il documento sanitario necessario per eseguire il tampone antigenico rapido entro 48 ore dall’arrivo, come previsto dalla legge italiana. Il centro offre anche un primo screening medico ai nuovi arrivati.

"Le prime difficoltà sorgono già nella registrazione - spiega Oudghough - gli adulti hanno il passaporto, ma i minori non hanno documenti. Qui generiamo l'STP (il certificato di Straniero Temporaneamente Presente), un documento sanitario per 6 mesi". Tra gli utenti ucraini che ogni giorno raggiungono Villa Bombrini, in media 130-160 accessi, il 25% sono minorenni, per un servizio che è attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 15, il sabato e la domenica dalle 9 alle 12.

"Oggi abbiamo visitato un bimbo di appena 3 mesi - racconta il dottore - la mamma ha avuto problemi di allattamento e la nostra dottoressa ha seguito entrambi. Un altro bambino di un anno e mezzo ha avuto un eritema e dolori all'addome. Quindi lo abbiamo mandato al Gaslini. Qualcuno è stato già avviato alle visite specialistiche. Principalmente ginecologia e pediatria. La Asl sta già creando una rete con gli ambulatori del distretto 9 e del Villa Scassi in caso di urgenze".

Nella sede sono attivi diversi ambulatori, tra cui una sala colloqui con gli assistenti sociali e un servizio per il supporto psicologico. "Abbiamo famiglie che hanno viaggiato almeno 5 giorni - racconta Oudghough - l'emotività è tanta quindi cerchiamo di offrire il servizio, senza però forzare la mano". Per superare l’ostacolo linguistico, la Asl 3 ha cercato mediatori tra infermieri, assistenti e Oss di origine ucraina.

Le mediatrici si occupano di tradurre anche i documenti, specialmente i certificati di nascita. Tra i problemi incontrati, le Oss evidenziato la vaccinazione dei minori: per questa è richiesto il consenso di entrambi i genitori, ma i papà sono rimasti a combattere in Ucraina. Dunque, in attesa di linee guida, il personale si appresta a elencare i bambini da vaccinare.

A Villa Bombrini in molti sono arrivati con un animale domestico, dunque si sta attivando anche il servizio veterinario, per offrire le cure adeguate agli affetti dei profughi ucraini.

 

Leggi anche: 

" Carburanti: il prezzo che sale, il dubbio sugli "speculatori" e 3 domande..."

Assalti a supermercati, file per la benzina: psicosi. Carburanti su, denunce

Ucraina, Russia, guerra, ruolo Usa... Versione di Mosca (che nessuno riporta)

Russia, colpo di Stato. Chi e quando. Le voci che fanno tremare Putin)

Uno Mattina, Giorgino e Zucchini in pole dopo l'addio di Frittella

Guerra Ucraina, Bielorussia Siria con Mosca. Putin decapita i Servizi Segreti

Ucraina, i militari di Putin cadono in un'imboscata. Convogli distrutti. Video

Atlantia, stanziamento da 1 mln di euro per i profughi ucraini

Terna, con Comune di Roma e Regione Lazio per rinnovare rete elettrica romana

Commenti
    Tags:
    guerra russia ucraina





    in evidenza
    Vittime e carnefici, qualcosa sta cambiando: l'intervento del direttore Perrino su Ore 14

    MediaTech

    Vittime e carnefici, qualcosa sta cambiando: l'intervento del direttore Perrino su Ore 14

    
    in vetrina
    A Milano apre Avani Palazzo Moscova: un nuovo hotel "illumina" Porta Nuova

    A Milano apre Avani Palazzo Moscova: un nuovo hotel "illumina" Porta Nuova


    motori
    Opel Corsa Electric Yes in edizione speciale, l' elettrica in stile sportivo

    Opel Corsa Electric Yes in edizione speciale, l' elettrica in stile sportivo

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.