A- A+
Esteri
Guerra Ucraina, Italia sempre più allineata agli Usa. Da Draghi arriva Kishida
Kishida, primo ministro Giappone

Il premier giapponese Kishida arriva in Italia. Il significato della visita

C'era una volta un'Italia che metteva in discussione il suo posizionamento euroatlantico e guardava con estremo interesse alla cooperazione con la Cina. Tanto da firmare il celeberrimo memorandum of understanding sulla Belt and Road. Era il 23 marzo 2019, governo gialloverde. Sembra passato un secolo e non "solo" tre anni, tra pandemia di Covid-19 e guerra in Ucraina. Ma sembra passato un secolo anche guardando ai movimenti diplomatici dell'Italia capitanata da Mario Draghi, sempre più allineata (i maligni direbbero "appiattita") sulle posizioni degli Stati Uniti di Joe Biden.

Un nuovo indizio di questa rinnovata iper fedeltà italica ai voleri dello zio Sam arriva dall'agenda degli incontri del premier nei prossimi giorni. Poco prima della partenza per Washington, prevista per il 10 maggio, Draghi riceve infatti a Palazzo Chigi Fumio Kishida, omologo giapponese. Non si tratta di un appuntamento banale. Il Giappone sta giocando un ruolo cruciale non solo in riferimento alle sanzioni rivolte a Mosca post invasione dell'Ucraina, ma anche e soprattutto nella strategia in Asia-Pacifico della Casa Bianca e del Pentagono.

Tradizionalmente noto per essere iper felpato e cauto, il Giappone degli ultimi due anni è diventato molto vocale e assertivo. E soprattutto critico nei confronti della Cina, grande e ingombrante vicino che rappresenta per Tokyo ormai una potenziale minaccia alla sicurezza nazionale. Tra rivendicazioni territoriali sulle isole Senkaku (o Diaoyu, come le chiamano in Cina) e la crescente tensione sullo stretto di Taiwan (limitrofo alle prime isole giapponesi e considerato una linea rossa sulla sicurezza nazionale dal governo di Tokyo), i punti di tensione tra i due giganti dell'Estremo Oriente sono tantissimi.

L'iper attivismo del Giappone sulla guerra in Ucraina

Anche per questo il Giappone, che ha sempre mantenuto una stretta collaborazione in materia difensiva con gli Stati Uniti ma allo stesso tempo una profonda cooperazione commerciale con Pechino, ha adottato una linea meno timida su temi legati a diritti umani, muovendo critiche senza precedenti al governo cinese per quanto accaduto a Hong Kong o nello Xinjiang. Allo stesso modo, Tokyo ha reagito con risolutezza all'invasione russa. Non solo ha aderito alle sanzioni occidentali, ma si sta anche rendendo protagonista di una grande propulsione diplomatica volta a convincere i paesi neutrali dell'Asia a prendere una posizione netta sul conflitto.

Anche per questo, il premier Kishida ha appena avviato un tour di sei giorni tra sud-est asiatico. Non prima di aver ricevuto a Tokyo il cancelliere tedesco Olaf Scholz. Ulteriore testimonianza dell'iper attivismo diplomatico nipponico. Kishida si recherà in visita nella Repubblica di Indonesia, nella Repubblica Socialista del Vietnam, nel Regno di Thailandia,  per poi arrivare in Italia e nel Regno Unito. Ogni tappa ha un significato profondo. Dopo essere stato recentemente in India e Cambogia, Kishida prova a convincere l'Indonesia a escludere Vladimir Putin dal summit del G20 di Bali, argomento a cuore dello stesso Biden che ha invece chiesto di invitare Volodymyr Zelensky per dare un segnale chiaro della posizione del consesso.

Il Vietnam è invece uno dei paesi dell'area Asean coinvolti nelle dispute territoriali legate al mar Cinese meridionale con la Cina. E il Giappone sta intensificando in maniera importante i legami con Hanoi. Gli obiettivi del suo viaggio sono di "scambiare francamente opinioni sulla situazione in Ucraina", "confermare la cooperazione" su questo tema e "collaborare per realizzare un Indo-Pacifico libero e aperto", ha detto Kishida ai media prima di partire.

L'agenda di Kishida in Italia. Per gli Usa meglio il Giappone della Cina

Il premier giapponese arriverà in Italia il 4 maggio, dove incontrerà Draghi, prima di andare a Londra da Boris Johnson. L'agenda ufficiale del tour europeo prevede di affrontare i temi degli aiuti umanitari verso Kiev, e il coordinamento dei vari paesi per dare ospitalità ai rifugiati ucraini. Ma è prevedibile che in Italia si parli anche di molto altro. La cooperazione tra Italia e Giappone è già profonda ma ci sono enormi margini di miglioramento.

Tokyo chiederà a Draghi di approntare una strategia dell'Indo-Pacifico, passo già compiuto da altri attori europei come Francia, Germania, Paesi Bassi e Regno Unito. Oltre al tema della sicurezza, c'è anche quello del commercio e della tecnologia. C'è chi ipotizza dialoghi anche sul sempre più cruciale settore dei semiconduttori, sul quale l'Italia si sta muovendo per rafforzare le proprie catene di approvvigionamento. Così come lo sta facendo Tokyo. 

Pochi giorni dopo, Draghi volerà da Biden alla Casa Bianca. Washington, che si era molto irritata per il flirt cinese dei tempi di Giuseppe Conte, sta avendo diverse prove che l'Italia di SuperMario è tornata all'ovile. Anche sulle sue amicizie asiatiche.

Leggi anche: 

Vaccino Pfizer, Biontech choc: "Problemi precedentemente non rilevati"

FdI: "Alla Conferenza di Milano prepariamo il nuovo governo. Meloni premier.."

Guerra Ucraina, mistero sugli attacchi in Transnistria. Allarme rosso Moldavia

Italia aggrappata al gas russo di Putin. Il Copasir blocca il metano africano

"A noi" e saluti fascisti al funerale di Assunta Almirante

Treviglio, 70enne spara ai vicini. Perrino: "Vietare tutte le armi". VIDEO

Poste Italiane, per Brand Finance è fra i 25 marchi più forti al mondo

Hera, approvato bilancio 2021: utile netto a € 333,5 milioni (+10,2%)

Unindustria, si è svolta oggi l'Assemblea Generale 2022

Commenti
    Tags:
    crisi ucrainafumio kishidagiapponeguerra ucrainamario draghiterza guerra mondiale





    in evidenza
    Annalisa a Le Iene canta il singolo di Sanremo "Sinceramente" e fa impazzire il pubblico

    Guarda il video

    Annalisa a Le Iene canta il singolo di Sanremo "Sinceramente" e fa impazzire il pubblico

    
    in vetrina
    Affari in Rete

    Affari in Rete


    motori
    Pirelli svela il pneumatico All Season SF3, ideale per tutte le stagioni

    Pirelli svela il pneumatico All Season SF3, ideale per tutte le stagioni

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.