A- A+
Esteri
Zelensky va a Bucha: “Un genocidio”. Biden: "Ora processo per crimini guerra"
Zelensky

Guerra Russia-Ucraina, Zelensky a Bucha: e' stato un genocidio 

A Bucha vi e' stato un "genocidio" perpetrato dalle forze russe: lo ha detto il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, durante la sua visita nella cittadina alle porte di Kiev, dove le forze ucraine affermano di aver trovato decine di cadaveri dopo la ritirata dei russi. È la prima volta che il leader di Kiev esce dalla Capitale da quando il Paese è stato invaso dalla Russia. 

"Questi sono crimini di guerra e saranno riconosciuti dal mondo come un genocidio", ha affermato Zelensky. "Sappiamo che migliaia di persone sono state uccise e torturate con amputazioni, che le donne sono state stuprate e che sono stati assassinati bambini", ha detto ai giornalisti Zelensky, accompagnato da alcuni militari. "E' un genocidio", ha aggiunto il presidente ucraino.

"E' difficile dire come, dopo tutto quello che e' stato fatto, possiamo avere qualsiasi tipo di negoziato con la Russia. Questo e' a livello personale. Ma come presidente, devo farlo. Ogni guerra deve finire", ha rimarcato Zelensky che si impegna a continuare i colloqui di pace con la Russia nonostante "le atrocita' commesse in Ucraina".

Ucraina, "trovata camera tortura a Bucha, con 5 morti" 

L'esercito ucraino ha trovato una camera di tortura allestita dai russi a Bucha, la cittadina alle porte di Kiev teatro -secondo Kiev- del "peggior massacro in Europa dalla seconda guerra mondiale". La camera della tortura, secondo l'agenzia ucraina Unian, era stata allestita in una struttura originariamente utilizzata come sanatorio per bambini: nel seminterrato sono stati trovati i cadaveri di un gruppo di uomini, rannicchiati, in posizione piegata e con le mani legate dietro la schiena. 

Ucraina, Bucha: "Biden vuole 'processo per crimini di guerra"

Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, ha dichiarato ai cronisti di volere un "processo per crimini di guerra", dopo la scoperta di numerosi corpi che indossano abiti civili in una strada residenziale di Bucha, insediamento vicino Kiev liberato pochi giorni fa dalle forze ucraine. Biden ha inoltre affermato di voler infliggere "sanzioni aggiuntive" contro la Russia.

"Avete visto cosa e' successo Bucha", ha affermato Biden, che e' tornato a definire il presidente russo, Vladimir Putin, un "criminale di guerra". "Stiamo continuando a fornire all'Ucraina le armi delle quali ha bisogno per continuare la battaglia e dobbiamo raccogliere tutti i dettagli perche' si possa avere un vero processo per crimini di guerra", ha detto Biden, "quanto e' avvenuto a Bucha e' oltraggioso e tutti possono vederlo".

Von der Leyen, indagini congiunte Ue-Kiev su crimini Bucha 

"L'Ue ha istituito assieme all'Ucraina un team investigativo per raccogliere prove su crimini di guerra e crimini contro l'umanita'. L'Ue e' pronta ad aumentare i suoi sforzi inviando delle squadre investigative sul terreno per a sostegno della Procura ucraina. Eurojust e Europo sono pronti all'aiuto". Lo afferma la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen che oggi ha avuto un colloquio telefonico con Volodymyr Zelensky sul massacro di Bucha. "Le strazianti immagine viste non possono e non saranno lasciato senza risposte. Chi ha commesso questi crimini atroci non resteranno impuniti", aggiunge.

Ucraina, Russia rigetta "categoricamente" accuse su Bucha

La Russia respinge "categoricamente" le accuse che le truppe russe abbiano compiuto omicidi di massa ed esecuzioni sommarie a Bucha, la cittadina alle porte di Kiev. Lo ha detto il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, che ha anche invitato i leader internazionali a non affrettarsi a giudicare, ad ascoltare la voce di Mosca e ha nuovamente chiesto una riunione del Consiglio di sicurezza dell'Onu.

Mosca, per crimini guerra si cominci con Jugoslavia e Iraq 

Se gli americani vogliono investigare i crimini di guerra, "che comincino con i bombardamenti sulla Jugoslavia e l'occupazione dell'Iraq". Lo ha detto la portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, commentando la proposta del presidente Usa Joe Biden di creare un tribunale per crimini di guerra dei russi in Ucraina. "Non appena finiscono, possono passare ai bombardamenti nucleari sul Giappone", ha aggiunto Zakharova, citata da Interfax.

Leggi anche: 

" Gas russo, avanti fino al 2023 (almeno). L'indignazione non ferma l'import

Cosa sono i crimini di guerra? Dopo il massacro di Bucha, cosa rischia Putin?

Ungheria, Serbia e...Francia? La guerra in Ucraina premia filorussi-sovranisti

Elezioni Francia, Macron verso la vittoria: unico argine alla destra di Le Pen

Carol Maltesi e il mistero dei soldi spariti: "Non è stato Davide Fontana"

Lockdown, l’ex cts: “Hanno distrutto la produzione”. Ora chi ne risponde?

Piazza Fontana, esclusiva storica: la canzone "perduta" che racconta la strage

L'appello del poeta Franco Arminio a Papa Francesco: parta subito per Kiev. VIDEO

BPER Banca, con Confagricoltura per sostenere gli associati

Dentsu Italia riunisce le proprie agenzie creative in una società benefit

Economia, Bonomi (Confindustria): "Nel 2022 il PIL scenderà sotto il 2%"

Commenti
    Tags:
    guerra russia ucrainaterza guerra mondialeusazelensky





    in evidenza
    Falchi-Crippa, prima uscita pubblica Matrimonio in vista? Quell'anello...

    Le foto

    Falchi-Crippa, prima uscita pubblica
    Matrimonio in vista? Quell'anello...

    
    in vetrina
    Crozza/Sala: "Se mi metto una cassetta delle offerte al collo raccogliamo un po’ di soldini..."

    Crozza/Sala: "Se mi metto una cassetta delle offerte al collo raccogliamo un po’ di soldini..."


    motori
    Opel storiche,ci si vede a Ferrara il 14 Settembre

    Opel storiche,ci si vede a Ferrara il 14 Settembre

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.