A- A+
Green
Circular Economy, allarme regressione. Ma l’Italia guida l’Ue nel fashion

Economia circolare, il pianeta regredisce. Ma l'Italia è leader in Ue, grazie... al fashion

Male il pianeta, bene l’Italia. Parliamo di circular economy, soprattutto nel settore del fashion. La classifica della circolarità tiene conto di sette indicatori: riciclo dei rifiuti, utilizzo di materiali riciclati, produttività delle risorse, rapporto tra produzione di rifiuti e materiali consumati, rapporto tra energia prodotta da fonti rinnovabili ed energia consumata, riparazione e consumo di suolo. Su questi indicatori l’Italia ha totalizzato venti punti e mantiene il primato su Spagna (19), Francia (17), Germania (12) e Polonia (9). Per la produttività delle risorse, abbiamo con la Francia il record di 3,2 euro generati per ogni kg di materiale consumato; nel tasso di riciclo dei rifiuti (speciali e urbani) siamo ancora in testa con il 72%, ma vediamo scalare rapidamente l’efficienza di Spagna e Polonia.

LEGGI ANCHE: Gucci il marchio di lusso più green. Al sesto posto l'italiana Golden Goose

È quanto emerge dalla quinta conferenza nazionale sull’economia circolare, dal titolo “I consumi al bivio della circolarità”, tenutasi a Roma il 16 maggio. Il rapporto sull’economia circolare realizzato dal Circular Economy Network con ENEA e presentato durante la conferenza mette in risalto la fase critica che attraversiamo, con la necessità di accelerare la transizione dell’economia.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
economia circolarefashionitaliaue





in evidenza
Annalisa, il duetto con Tananai infiamma i social. I fan sognano la coppia

Guarda il video

Annalisa, il duetto con Tananai infiamma i social. I fan sognano la coppia


in vetrina
Mama Industry, la rivoluzione nella consulenza delle PMI: intervista al fondatore Marco Travaglini

Mama Industry, la rivoluzione nella consulenza delle PMI: intervista al fondatore Marco Travaglini


motori
Fiat svela la Grande Panda: il futuro della mobilità urbana

Fiat svela la Grande Panda: il futuro della mobilità urbana

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.