A- A+
Politica
Annalisa Chirico: "Meloni valuterà se chiedere le dimissioni di Santanchè"
Giorgia Meloni e Daniela Santanchè

"L’opposizione non ha i numeri per far passare una mozione di sfiducia, e, in alternativa, l’unica via per ottenere le dimissioni sarebbe data da una scelta individuale, suggerita dal Quirinale"

 

"Meloni è il capo: se riterrà che i riverberi mediatici della vicenda si riflettano negativamente sul governo, potrà chiedere un passo indietro" della ministra del Turismo Daniela Santanché. Lo afferma in un'intervista ad Affaritaliani.it Annalisa Chirico, giornalista, saggista ed opinionista tv. Dirige LaChirico.it e ha fondato una società di advocacy che ha per nome le sue iniziali, AC.

L'INTERVISTA

Caso Santanchè, la vicenda è chiusa dopo l'informativa della ministra in Senato?
"Il ministro ha deciso, in piena autonomia, di riferire in Aula per offrire la propria versione dei fatti rispetto ad accuse, lanciate da giornali e tv, obiettivamente gravi. Si chiama ‘trasparenza’, e io penso che abbia fatto bene. Adesso, sarà il presidente del Consiglio a decidere se la vicenda sia chiusa o meno. L’opposizione non ha i numeri per far passare una mozione di sfiducia, e, in alternativa, l’unica via per ottenere le dimissioni sarebbe data da una scelta individuale, suggerita dal Quirinale".

Spetta dunque a Meloni districare la matassa?
"Esatto. Meloni è il capo: se riterrà che i riverberi mediatici della vicenda si riflettano negativamente sul governo, potrà chiedere un passo indietro. Né gli avvisi di garanzia né i rinvii a giudizio possono decidere le sorti di un ministro. Del resto, nel governo siedono altri ministri a processo. La Costituzione sancisce il principio di presunzione di innocenza fino a sentenza definitiva. Ciò non toglie che la politica possa e debba fare valutazioni politiche. Che spettano al capo".
 

Annalisa Chirico
Annalisa Chirico

Dalla maggioranza sono arrivati pochi applausi e molta freddezza...
"Mah, io vedo una maggioranza coesa. Ho notato piuttosto che per l’ennesima volta il Pd di Elly Schlein si è accodato a una iniziativa dei 5 Stelle, la mozione di sfiducia. Ormai il principale partito della sinistra sembra destinato al ruolo di junior partner di un M5S in caduta libera. Schlein subisce una sorta di subalternità, sembra lenta questa leader del Pd".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
annalisa chirico meloni governo





in evidenza
Il grande salto compiuto da Zara: dal fast fashion al mondo del lusso

Boutique eleganti, collaborazioni costose e... L'analisi

Il grande salto compiuto da Zara: dal fast fashion al mondo del lusso


in vetrina
Matilde Gioli dimentica l'ex Marcucci: l'attrice ha trovato un nuovo amore

Matilde Gioli dimentica l'ex Marcucci: l'attrice ha trovato un nuovo amore


motori
CUPRA oltre l’automotive, nasce la partnership con la 37a Louis Vuitton America’s Cup

CUPRA oltre l’automotive, nasce la partnership con la 37a Louis Vuitton America’s Cup

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.