A- A+
Sport
ITALIA RIPESCATA AI MONDIALI: Fifa-Ecuador, decisione clamorosa e ufficiale
Lorenzo Pellegrini esulta con Giacomo Raspadori e Wilfried Gnonto dopo il gol in Nations League contro l'Ungheria (foto Lapresse)

Italia ai Mondiali di calcio? Niente Qatar, addio al ripescaggio. Fifa dà ragione all'Ecuador. Cile ko

Italia ripescata ai Mondiali in Qatar? Italia non ripescata ai Mondiali in Qatar? La seconda risposta è quella giusta. La Commissione Disciplinare della Fifa ha dato ragione all'Ecuador e archiviato il ricorso del Cile sul caso Byron Castillo (che secondo l'accusa sarebbe nato in Colombia e dunque non avrebbe avuto titolo per giocare le qualificazioni mondiali del Sudamerica). Già era quasi impossibile essere ripescati se la nazionale di Quito fosse stata esclusa, adesso mettiamo la parola fine alla telenovela. A meno che non scoppi qualche altro scandalo, per l'Italia di Mancini i Mondiali in Qatar sarà possibile vederli solo dal televisore. Vediamo cos'è successo.

Italia ripescata ai Mondiali di calcio? No. Ecuador vola in Qatar

L'Ecuador parteciperà al Mondiale del Qatar in programma a novembre-dicembre 2022 (sosta della serie A dal 13/11 al 4 gennaio 2023: niente calcio per i tifosi italiani sul finire dell'anno, se non quello delle altre nazionali), addio sogni di ripescaggio per l'Italia (ma in realtà sarebbe stato il Cile o eventualmente il Perù a trarre beneficio da una esclusione dell'Ecuador): la Federcalcio cilena aveva chiesto di sanzionare la nazionale ecuadoriana per aver schierato Byron David Castillo Segura, sostenendo che il calciatore non avesse i documenti per indossare la maglia dell'Ecuador essendo in realta' colombiano. La Fifa ha comunicato che la Disciplinare "dopo aver analizzato le argomentazioni di tutte le parti interessate e considerato tutti gli elementi portati dinanzi ad essa, ha deciso di archiviare il procedimento avviato contro la Fef. Le conclusioni della commissione disciplinare sono state comunicate in data odierna alle parti interessate. In accordo con le disposizioni in materia del Codice Disciplinare Fifa, le parti hanno dieci giorni di tempo per richiedere una decisione motivata".

Leggi anche: 

Il passaggio obbligato all’auto elettrica sarà un salasso per le nostre tasche

"Berlusconi premier dopo il voto". La proposta di Tajani. Che cosa ne pensi?

Centrodestra, Berlusconi in campo per stoppare Meloni. Inside

Rcs, vacilla la tattica di Sergio Erede. E ora si apre la partita di New York

L’Inter vuole il Milan a Sesto, ma rischia di accollarsi l’affitto di S. Siro

"Conte pagliaccio". Il leader M5S faccia a faccia col cittadino che lo insulta. VIDEO

Intesa Sanpaolo e Coldiretti: accordo da € 3mld per l’agricoltura

Gruppo Hera occupa i primi posti per qualità del servizio idrico

Philip Morris Italia, al via la campagna di sensibilizzazione #CAMBIAGESTO

Iscriviti alla newsletter
Tags:
italia ripescata ai mondiali




in evidenza
La vendetta di Taylor Swift in un brano: "ravenge song" contro il suo ex

L'attacco a Fernando Alonso

La vendetta di Taylor Swift in un brano: "ravenge song" contro il suo ex


in vetrina
Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid

Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid


motori
Alfa Romeo Giulietta Sprint, celebra 70 anni di storia

Alfa Romeo Giulietta Sprint, celebra 70 anni di storia

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.