I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Imprese e Professioni
Scuola Futuro Lavoro, eccellenza didattica creata a Milano da Massimo Montini

L’istituto Scuola Futuro Lavoro si avvale di uno spazio didattico ultra moderno, con a disposizione strumentazione e tecnologie altamente professionali, dotato di pareti fonoassorbenti in legno microforato, per un miglior comfort acustico. Tutte gli arredi sono studiati per massimizzare l’apprendimento, eliminando ogni fonte di distrazione, mantenendo le superfici interne il più essenziali possibili, con particolare attenzione all'acustica e agli aspetti  termici. Le aule hanno una capienza massima di i 12 alunni, per garantire il rapporto diretto con il docente e favorire la metodologia didattica attiva del "Cooperative Learning”.

Massimo Montini, fondatore della Scuola Futuro Lavoro, è presidente della Fondazione "Un futuro per l'Asperger". Eleonora Boneschi è la Coordinatrice Didattica della scuola.

Intervista a Massimo Montini

Come sono nati l'idea e il progetto di Scuola Futuro Lavoro?

"Ho pensato alla grande quantità di potenziale intellettivo inespresso ci fosse e a quanto spreco di risorse ne derivasse" - dice Massimo Montini.

salaIl sindaco Beppe Sala con Massimo Montini

“Spesso la volontà non è sufficiente, alcuni giovani necessitano di essere accolti in un sistema scolastico in grado di valorizzazione le risorse e incoraggiarne lo sviluppo dei talenti. Il grave problema dell’abbandono scolastico coinvolge infatti anche quei giovani che hanno ottenuto un titolo di studio che non  corrisponde alle reali  aspirazioni e competenze o che hanno fatto un percorso didattico caratterizzato da risultati insufficienti e progressivo disimpegno dall'istruzione. Ho sentito la spinta a creare una scuola che potesse garantire percorsi didattici specialistici volti a valorizzare le abilità degli studenti e a conferire loro professionalità in risposta alle esigenze del mercato occupazionale territoriale.
Scuola Futuro Lavoro  si qualifica così come una scuola post diploma altamente qualificata, strutturata per formare figure professionali dotate di un'alta specializzazione tecnologica e innovativa; rappresenta una valida alternativa al percorso universitario, particolarmente adatta per quegli studenti che desiderano intraprendere un tracciato didattico più breve, capace di concentrare in un monte-ore più ridotto lo sviluppo di competenze direttamente spendibili in ambito occupazionale”. 

Come una scuola votata all’inclusività riesce a conciliare i bisogni dei ragazzi Asperger con altre fragilità che possono caratterizzare un’aula scolastica? 

“La scuola fin dalla sua origine è votata alla promozione di un’educazione interculturale capace di trarre valore dalla convivenza costruttiva in un tessuto multiforme. Non si è mai pensato a una Scuola esclusiva per studenti Asperger, al contrario è aperta a chiunque voglia intraprendere un percorso formativo professionalizzante nelle aree disciplinari proposte. 

L’intento è sempre stato quello di  inserire  in una struttura educativa di qualità, accorgimenti ambientali, sensoriali e didattici che potessero favorire un percorso proficuo anche per questi studenti.  Le criticità nel funzionamento socio-relazionale spesso accompagnate da deficit delle abilità comunicative, sensoriali e da comportamenti ripetitivi e interessi ristretti possono compromettere l’opportunità di un percorso didattico soddisfacente. La messa in campo di dispositivi utili a massimizzare l’apprendimento e a eliminare elementi di deconcentrazioni, non solo risultano indispensabili a rispondere ai bisogni di studenti Asperger, ma risultano di valore anche per soggetti che non presentano simili fragilità.

La semplificazione dell’ambiente percettivo, la cura del comfort acustico, la presenza di una sala di decompressione e l’adozione di metodologie didattiche attive come il cooperative learning e il learning by doing, sono tutti aspetti che possono migliorare la qualità formativa per qualsiasi alunno”.

Quali consigli darebbe alla scuola tradizionale?

“Credo che la Scuola debba adottare una struttura meno rigida  e debba aspirare a un servizio sempre più centrato sui bisogni degli alunni realmente presenti in aula e sempre più aderente alla realtà prossima. I programmi delle scuole superiori di secondo grado soprattutto dovrebbero essere più rispondenti al fabbisogno formativo delle aree occupazionali cui sono rivolti”. 

Quali sono le  sue 10 regole per la scuola ideale (una sorta di 10 comandamenti)?

  • Multidisciplinarietà
  • Differenziazione
  • Personalizzazione degli apprendimenti
  • Apprendimento condiviso 
  • Cooperative learning (Lavoro in gruppo)
  • Learning by doing (Imparo facendo)
  • Percorso metacognitivo 
  • Ridefinizione di  nuovo profilo professionale dei docenti 
  • Equilibrio apparato teorico e pratico-progettuale
  • Inclusività 

In cosa premia e in cosa boccia la scuola tradizionale?

"Non mi permetto di bocciare nessuno, ma credo che la scuola oggi sia chiamata ad affrontare la sfida dell’integrazione;  deve mostrarsi capace di  accogliere ogni suo allievo nel modo migliore, fornendo risposte soddisfacenti agli specifici bisogni educativi. Il sistema scolastico ha fatto in questo senso molti passi avanti ma è necessario lavorare ancora più assiduamente affinché l’ambiente didattico sia inclusivo e volto a operare per la costruzione di piani educativi idonei a rimuovere gli svantaggi di natura sociale, culturale e economica che ostacolano il raggiungimento dei risultati di apprendimento." 

Cosa pensa dell'approvazione della legge che inserisce educazione civica come materia obbligatoria nel prossimo anno scolastico?

"Sono assolutamente favorevole a integrare le attività curricolari con l’educazione supplementare alla convivenza civile mirata, però, non solo a conoscenze teoriche ma allo sviluppo di un senso critico rispetto a temi di comune interesse come la sostenibilità ambientale."

Loading...
Commenti
    Tags:
    scuola futuro lavoroeccellenza didatticaaspergereleonora boneschimassimo montinitrendiest news
    Loading...
    in evidenza
    Conte-Inter, c’è già aria di addio 'Futuro? Si vedrà, troppe critiche'

    VIDEO

    Conte-Inter, c’è già aria di addio
    'Futuro? Si vedrà, troppe critiche'

    i più visti
    in vetrina
    Meteo caldo stop, cambia tutto. Un ciclone porta piogge e fresco

    Meteo caldo stop, cambia tutto. Un ciclone porta piogge e fresco


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Seat e Bergamo hanno acceso i riflettori sulle violenze domestiche

    Seat e Bergamo hanno acceso i riflettori sulle violenze domestiche


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.