A- A+
Costume
Bella Hadid, Victoria Cabello e... Le vip raccontano la malattia di Lyme
BELLA HADID
Victoria Cabello racconta la sua battaglia vinta contro la malattia di Lyme, il batterio che attacca le zecche e in questo modo viene trasmesso all'uomo. «In un viaggio all’estero ho contratto la malattia di Lyme e ho vissuto un calvario che non auguro a nessuno», racconta al Corriere della Sera.

 

 

Victoria Cabello "La malattia di Lyme, mi sentivo stanca, ma non si arrivava a una diagnosi"

 
 
Victoria Cabello spiega l'odissea contro la malattia di Lyme. "All'inizio mi sentivo tanto stanca, poi la cosa è andata peggiorando, ma non si arrivava a una diagnosi sono sempre stata un po' avanti: anche in questo caso sono il primo personaggio pubblico qui ad aver sofferto di questa malattia. Resto una trend setter. Ora, dopo la malattia, voglio fare solo cose che mi divertono".
 
 

 

Malattia di Lyme, da Bella Hadid a Victoria Cabello

 
 
 
Victoria Cabello è il primo personaggio pubblico in Italia ad aver sofferto della malattia di Lyme. La condutrrice tv commenta con ironia: «Sono sempre una trend setter». In America, a portare avanti la battaglia di sensibilizzazione contro questa malattia sono state Avril Lavigne e Bella Hadid (che l'hanno contratta in passato),  sua madre Yolanda e il fratellino Anwar. In passato, anche Richard Gere e Ben Stiller hanno rivelato di aver contratto quest’infezione.

Bella Hadid, la super top model svela la sua malattia. LA LETTERA

 

Una commovente lettera alla madre in cui la modella Bella Hadid scrive di essere orgogliosa per la sua lotta contro la malattia di Lyme e svela che anche lei stessa e suo fratello si sono ammalati di questa patologia infettiva, trasmessa dalle zecche. La bellissima top model lo ha raccontato per la prima volta la scorsa estate. 

In rapida diffusione negli Usa, la malattia di Lyme, di cui soffre anche Avril Lavigne, è stata scoperta nell’omonima località del Connecticut ed è causata da una spirocheta, la Borrelia burgdorferi, veicolata dalle zecche. Colpisce persone che camminano a piedi nudi nell’erba provocando macchie cutanee "a occhio di bue", ma anche dolori articolari diffusi, disturbi neurologici e cardiaci e una sorta di artrite reumatoide. Si cura con antibiotici somministrati per via orale.

La lettera, ripresa dal Mail On Line, è stata pubblicata sul profilo Instagram della ragazza poco prima dell’uscita in libreria (a febbraio 2017) del libro "Believe Me: la mia battaglia contro disabilità invisibile della malattia di Lyme"  in cui la madre 52enne, a sua volta modella, racconta la sua storia.

La malattia è stata recentemente definita dal New York Time come "la malattia infettiva che negli Usa si diffonde più rapidamente dopo l’AIDS”.Nel 2013 un’altra celebrità era stata colpita dalla malattia di Lyme, Avril Lavigne, che l’aveva confessato in televisione, al “Good Morning America” in lacrime nel 2015. "Questa è la mia seconda vita", aveva detto la cantante che aveva subito gravi conseguenze per una diagnosi tardiva che ne aveva rallentato la guarigione. Inizialmente, infatti, si pensava che la ragazza fosse affetta da depressione cronica.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
bella hadid malattia di lymebella hadid svela malattia
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna

ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.