A- A+
Economia
Le Borse Ue chiudono in ribasso: giù il petrolio e le materie prime

Le borse europee chiudono in ribasso 

Le Borse europee chiudono in ribasso, appesantite dai timori delle restrizioni contro il Covid in Cina, affiancate da Wall Street, che e' in calo a causa dei timori sulle prospettive dell'economia mondiale e della stretta monetaria che attende gli Stati Uniti. Il listino peggiore e' Parigi, che cede il 2,01% a 6.449,38 punti, seguita da Londra che perde l'1,89% a 7.379,60 punti. Francoforte arretra dell'1,59% a 13.917.73 punti. Milano chiude a -1,53% e Madrid a -0,86%.

Il settore che ha registrato maggiori perdite e' stato quello dell'energia e delle materie prime. Alla Borsa di Londra la peggiore e' stata la societa' mineraria Anglo American, in calo del 6,85%, seguita da BP, a -6,18% e da Glencore a -5,64%. La compagnia petrolifera Shell e' scesa del 5,19% e il gruppo aeronautico Rolls-Royce del 5,18%. Bene invece Unilever, che ha guadagnato l'1,85%, HIKMA Pharmaceuticals, che e' aumentato dell'1,34%, e la catena di supermercati Tesco, le cui azioni sono aumentate dell'1,13%.

Sul listino di Parigi le perdite hanno riguardato in particolare il produttore di acciaio Arcelormittal (-8,84%), seguito dai gruppi di lusso Kering (-4,35%), Herme's (-3,91%), LVMH (-3,75%) e il gruppo cosmetico L'Ore'al (-3,14%). In discesa anche la societa' energetica Total (-4,01%), l'assicuratore AXA (-3,21%), la societa' aeronautica Safran (-2,71%) e Socie'te' Ge'ne'rale (-2,41%). Bene invece Danone (1,74%), Bouygues (1,46%), Vinci (1,29%) e Carrefour (0,81%). A Francoforte, Deutsche Bank ha perso il 5,7%, Porsche il 3,9%. La societa' di consegne alimentari Delivery Hero ha ceduto il 4,2%, Puma e' scesa del 4,5% e Adidas del 3,6%. Dall'altro lato, Henkel ha chiuso a +1,7%, RWE a +1,2%. E.on a +1,1%, Siemens Healthineers a +1,3% e Vonovia a +0,7%.

Borsa, Piazza Affari giù: si salvano Leonardo e le utility

Mentre la Francia festeggia il neo eletto presidente Emmanuel Macron, i listini europei fanno i conti con un nuovo picco di casi di Covid-19 in Cina e la stretta monetaria americana, annunciata dalla Federal Reserve, sempre più vicina.  Il mercato valuta il rischio di conseguenti choc della domanda di greggio da parte della Cina, primo importatore mondiale, il Wti è sceso sotto i 100 dollari al barile, il Brent è arrivato a perdere il 5%. Inoltre ci sono da tener ben presenti la possibile stretta anticipata dalla Fed sui tassi e la guerra in Ucraina che non va verso una soluzione rapida.

Tutto ciò tiene in scacco le Borse europee: a metà seduta Milano, che era arrivata a perdere anche oltre 2 punti, cede l'1,6% e resta sotto la soglia psicologica dei 24.000 punti. Mentre Francoforte perde l'1,7%, fanno peggio Londra (-2,1%) e Parigi (-2,4%), all'indomani della conferma del presidente uscente Emmanuel Macron, che ha avuto la meglio sulla sfidante Marine Le Pen con il 58,55% dei voti, un consenso comunque in calo rispetto al 66,1% del 2017.

Covid in Cina e stretta monetaria Usa, Wti-brent perdono il 3% 

Per quanto riguarda i titoli, a Piazza Affari, in un Ftse Mib quasi totalmente in rosso, si salva Leonardo (+1,19%) e reggono le utility (Enel +0,7%, A2a, Snam e Terna attorno alla parita'), così come Banco Bpm (+0,52%). In generale calo il comparto lusso e auto.

Sul valutario, l'euro scivola sotto gli 1,08 dollari, si attesta ai minimi in due anni sul biglietto verde e passa di mano a 1,0706 (1,0718 in avvio, da 1,0887 venerdì). La moneta unica vale anche 137,568 yen (da 137,286in avvio e 139,61 venerdi'). Infine, il cambio dollaro/yen è a 128,24. Spread in rialzo a 172 punti, dai 170 di venerdi'.

Lockdown in Cina, crollano anche rame e alluminio 

Crollano anche le materie prime sui mercati internazionali: i future sul rame con consegna a maggio crollano sul mercato cinese Shanghai Future Exchange, dell'8,4%, quelli sull'alluminio con consegna a giugno addirittura del 50% mentre quelli sul ferro del 48% al Dalian commodity exchange, un altro mercato di commodity cinese. 

Leggi anche: 

Governo, Salvini rilancia la pace fiscale su Affaritaliani.it. Il piano

Sondaggio, la Lega sorpassa Fratelli d'Italia. Tra i leader... Le tabelle

Bankitalia e Confindustria divise dalla guerra in Ucraina

Capotreno fa troppe multe. Licenziato. La Cassazione gli ridà il posto

Sara Manfuso e Virginia Saba insieme. Moglie del piddino e compagna di Di Maio

La Rai dà 50 mila euro al mese a Marco Damilano. Ed è bufera

Marcia della pace di Assisi, l'esibizione dei tamburi a Ponte San Giovanni. VIDEO

Manager, da Havas Milan a Tim: tutti i nuovi cambi di poltrona

Decarbonizzazione, Ovs accelera: taglio del 46% di CO2 nel 2030

Italian Taste Summit: enologia e neuromarketing per l'export

Frecciarossa per Scuderia Ferrari: l’eccellenza italiana viaggia veloce

Commenti
    Tags:
    borsaeuropamacron




    
    in evidenza
    La scollatura a V di Elodie incanta il Festival di Cannes 2024

    Guarda le foto

    La scollatura a V di Elodie incanta il Festival di Cannes 2024


    motori
    Alpine, cresce la gamma A110, con le nuove A110, A110 GT e A110 S

    Alpine, cresce la gamma A110, con le nuove A110, A110 GT e A110 S

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.