A- A+
Esteri
Sondaggi, tracollo di Biden. La fiducia nei leader stranieri è molto bassa

Guerra Russia Ucraina, per gli italiani mancano dei riferimenti mondiali 

La guerra in Ucraina rischia di diventare un conflitto mondiale a causa dei complicati equilibri che coinvolgono da una parte le nazioni della Nato e dall'altra, oltre ai russi, anche Paesi importanti come Cina e India. Per questo sono importanti in questa fase le vfigure dei leader dei vari Paesi. In un sondaggio Demos pubblicato su Repubblica, emerge un quadro piuttosto chiaro della percezione degli italiani sui leader stranieri. Questa fase segnata dalla guerra, è significativa. Perché riassume valutazioni, emozioni e, al tempo stesso, attese. In questo scenario, comprensibilmente, le figure più importanti ed evidenti sono i presidenti dei Paesi coinvolti. O meglio: “più” coinvolti. Volodymyr Zelensky e Vladimir Putin. Per ragioni opposte. Per questo, si pongono su posizioni opposte, nella percezione dei cittadini.

Zelensky - prosegue Repubblica - è il presidente tra i più apprezzati, con il 53% dei consensi. Mentre Vladimir Putin, al contrario, raccoglie una quota minima di consensi. L’8%. È il gioco dei ruoli interpretati in questa vicenda drammatica. Insieme ai loro Paesi. L’aggressore e l’aggredito. È interessante e significativo rilevare come, giusto un anno fa, Putin fosse apprezzato da oltre il 40% degli italiani. E, dunque, valutato come uno dei migliori. Anche il Presidente degli Usa, Joe Biden. Un anno fa risultava molto più apprezzato. Guardato con favore dal 58% degli italiani. Mentre oggi è sceso (crollato) al 36%. Gli unici in controtendenza tra i big stranieri più noti sono: la presidente della Commissione Ue von der Leyen con il 58% delle preferenze e il francese Macron con il 42%. Il tedesco Scholz è semi sconosciuto.

Leggi anche: 

" Biden attacca Putin e mette in imbarazzo la Casa Bianca: "Serve la diplomazia"

Ucraina, il Papa: "E' il momento di abolire la guerra dalla storia dell'uomo"

Russia, Turchia attira gli oligarchi: "Qui potrete continuare a fare affari"

Usa, Biden lavora al budget e spunta una minimum tax su più ricchi

Covid, dal 1° aprile stop allo stato di emergenza: le nuove regole

Fedez, il ribaltamento dei valori con la malattia sui social

Papa Francesco denuncia il "martirio" dell'Ucraina. VIDEO

Intesa Sanpaolo: al via i progetti per l’emergenza umanitaria

Ippolita approda in Europa: a Milano uno spazio tra arte e alta gioielleria

Iscriviti alla newsletter
Tags:
guerra russia ucrainaterza guerra mondiale





in evidenza
Ferragni, Fedez e la lite da Cracco: "Se ne sono detti di tutti i colori”

Il retroscena

Ferragni, Fedez e la lite da Cracco: "Se ne sono detti di tutti i colori”


in vetrina
OVS annuncia la partnership con la Rai per la serie tv "Mare Fuori"

OVS annuncia la partnership con la Rai per la serie tv "Mare Fuori"


motori
GIMS 2024: una vetrina in declino o un'apertura all'innovazione?

GIMS 2024: una vetrina in declino o un'apertura all'innovazione?

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.