A- A+
Lavoro
Rimborsi chilometrici per lavoratori dipendenti
logo fondazione studi
 

Quale trattamento fiscale bisogna applicare per i rimborsi chilometrici dei lavoratori dipendenti che usano la propria autovettura per svolgere le loro mansioni in trasferta? L'Agenzia delle Entrate risponde al quesito posto da una compagnia assicurativa con la risoluzione n.92/E del 30 ottobre 2015. Per l'amministrazione finanziaria tutte le somme che il datore di lavoro corrisponde al lavoratore, anche a titolo di rimborso spese, costituiscono reddito di lavoro dipendente, salvo quanto statuito dai commi 2 e seguenti dell'articolo 51 del Tuir.

Di conseguenza, le somme corrisposte come indennità, per prestazioni lavorative fuori dal comune in cui è ubicata la sede di lavoro, sono esenti da imposizione a condizione che l'ammontare dell'indennità sia calcolato in base alle tabelle ACI, tenendo conto della percorrenza, del tipo di automezzo usato dal dipendente e del costo chilometrico ricostruito secondo il tipo di autovettura utilizzata. Pertanto, se la distanza percorsa dalla propria residenza per raggiungere la destinazione risulti inferiore rispetto a quella calcolata dalla sede di lavoro, il rimborso chilometrico ricevuto è da considerarsi non imponibile ai sensi dell'art. 51, comma 1, del Tuir. Se, invece, la distanza percorsa dalla propria residenza per raggiungere la destinazione risulti maggiore di quella calcolata dalla sede di lavoro, il rimborso chilometrico ricevuto è da considerarsi imponibile ai sensi del citato articolo. Il rimborso chilometrico è quindi esente da tassazione nel caso in cui si compie un tragitto più breve.

Tags:
museiesercizi pubblici
in evidenza
Vacanza da sogno per i Ferragnez In Puglia tra masserie di lusso

Savelletri, Torre Canne e...

Vacanza da sogno per i Ferragnez
In Puglia tra masserie di lusso

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità


casa, immobiliare
motori
Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri

Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.