A- A+
MediaTech
Apple punta sulla Cina: maxi investimento in Didi, rivale di Uber
Apple store

Apple investe un miliardo di dollari in Didi Chuxing, la rivale cinese di Uber. L'investimento, sottolinea il gruppo di trasporto automobilistico privato cinese, e' il piu' alto mai ricevuto da una singola azienda ed e' destinato alla costruzione della piattaforma di dati sui viaggi effettuati dal servizio, sempre piu' popolare in Cina. Per il gigante di Cupertino, invece, l'investimento e' l'occasione comprendere meglio il mercato cinese, aprendo a ulteriori possibilita' di collaborazioni in futuro. In Didi investono gia' oggi il gigante dell'e-commerce cinese, Alibaba e Tencent, il gruppo che gestisce la piattaforma di messaggistica istantanea WeChat. Il servizio e' attivo in 400 citta' cinesi con oltre 14 milioni di vetture a disposizione. Didi opera oltre undici milioni di corse al giorno e serve circa trecento milioni di clienti in Cina per una quota di mercato pari all'87% del totale. Molto indietro, invece Uber China, anche se il gruppo nato a San Francisco sta investendo per recuperare terreno nel gigante asiatico.  

Iscriviti alla newsletter
Tags:
apple investe didi rivale cinese uberapple uber cinese
in evidenza
Addio al padre della giacca decostruita e maestro di Armani

Nino Cerruti

Addio al padre della giacca decostruita e maestro di Armani

i più visti
in vetrina
Sanremo 2022, diffuse le canzoni: tanto sentimento e poco Covid

Sanremo 2022, diffuse le canzoni: tanto sentimento e poco Covid


casa, immobiliare
motori
Tokyo Auto Salon 2022: Toyota punta sul motorsport

Tokyo Auto Salon 2022: Toyota punta sul motorsport


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.