A- A+
MediaTech
Giornalismo in lutto, è morto Alberto Statera

Il mondo del giornalismo piange la morte di Alberto Statera, firma di Repubblica e l'Espresso. Il giornalista,si legge sul sito dell'Espresso, è scomparso oggi all'età di 69 anni. Dopo l'esordio nel mondo del giornalismo, a 20 anni, all'Agenzia Italia, nei primi anni Settanta si forma alla scuola delle firme del settimanale: con direttore Livio Zanetti diventa caporedattore centrale per poi iniziare la stagione della direzione delle testate locali del gruppo, tra cui La Nuova Sardegna, La Nuova Venezia e Il Piccolo di Trieste. Diresse anche il settimanale 'Epoca' ma quando la Mondadori fini' nell'orbita della Fininvest tornò alla Repubblica per poi passare alla Stampa da editorialista prima con direttore Paolo Mieli e poi con Ezio Mauro. Nel 1995 tornò nel gruppo Espresso nel Veneto e poi nel Friuli-Venezia Giulia e infine a Repubblica.

Tags:
alberto statera
in evidenza
Giorgia Rossi-Dazn, colpo di scena Arriva la "nuova" Diletta Leotta

Colpo di tele-mercato

Giorgia Rossi-Dazn, colpo di scena
Arriva la "nuova" Diletta Leotta

i più visti
in vetrina
Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente

Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente


casa, immobiliare
motori
MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat

MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.