A- A+
MediaTech
Nomine Rai, silenzio sui direttori di rete e a Viale Mazzini gira voce che...

Che fine hanno fatto le nomine dei direttori delle reti Rai?

Dopo aver designato i direttori delle testate giornalistiche del servizio pubblico radiotelevisivo, prosegue a tutti gli effetti il nulla di fatto - corredato da uno strategico silenzio tombale - riguardo alla scelta dei professionisti che dovrebbero sedere ai vertici dei vari canali che fanno capo a Viale Mazzini.

Con l'assegnazione del Tg1 e del Tg3 ai grillini, lasciando il Tg2 ai leghisti, gli equilibri di forze vorrebbero che - specularmente - Rai1 e Rai3 andassero al Carroccio e Rai2 al M5s, ma per ora rimane tutto fermo. Resta ancora in ballo il nome di Casimiro Lieto per l'Ammiraglia, autore di lungo corso nell'azienda e attualmente colonna portante de La Prova del Cuoco, oltre che fortemente voluto da Matteo Salvini. Il nome di Lieto permane tuttavia inviso all'Ad Fabrizio Salini e non troppo apprezzato dagli alleati di Governo, il che non aiuta le parti in causa a uscire dallo stallo prolungato.

Qualche giorno fa, da fonti parlamentari, si apprendeva che, in occasione di un Consiglio dei Ministri previsto per domani 20 novembre, tutto si sarebbe sbloccato con esito positivo, ma a Viale Mazzini disperano. Tanto che girano voci insistenti secondo le quali le nomine saranno rinviate addirittura alla prossima primavera, poco prima delle Elezioni Europee. Voci che fanno disperare i professionisti che fanno televisione ogni giorno (dai capistruttura agli autori ai conduttori), costretti a muoversi e a lavorare in una rarefatta atmosfera di vaghezza istituzionale. 

Per il momento insomma, a meno che il Consiglio dei Ministri di domani non risolva definitivamente la situazione, si va avanti con gli attuali direttori di rete, ovvero Angelo Teodoli per Rai1, Andrea Fabiano per Rai2 e Stefano Coletta per Rai3, incaricati per giunta di allestire i palinsesti della prima parte del 2019, da sottoporre poi al giudizio e all'eventuale approvazione dell'amministratore delegato Fabrizio Salini. E il fatto che il direttore del Tg1 Giuseppe Carboni abbia deciso di rinnovare l'incarico di tutti i vicedirettori della testata nominati dalla precedente amministrazione fa capire quanto il vento del cambiamento in Rai, per ora, sia poco più di un flebile spiffero proveniente da una finestra ben chiusa.

 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    nomine railegam5sdirettori di retedirezione di rete
    in evidenza
    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    Corporate - Il giornale delle imprese

    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    i più visti
    in vetrina
    Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

    Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


    casa, immobiliare
    motori
    Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030

    Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.