A- A+
MediaTech
Rcs, congrue entrambe le offerte. "Ma con Bonomi più opportunità"

L'offerta pubblica di acquisto e scambio di Urbano Cairo su Rcs e l'opa della cordata dei soci storici con Andrea Bonomi mettono sul piatto prezzi "congrui" dal punto di vista finanziario. E' il giudizio del cda del gruppo editoriale, che si e' riunito per esaminare le ultime proposte dei due contendenti. Il board di Rcs "valuta positivamente l'opportunita' incrementale rappresentata dalle iniziative prospettate da International media holding (la cordata Bonomi) e dalle risorse finanziarie aggiuntive messe a disposizione" mentre "valuta non positivamente" i programmi futuri sottesi all'offerta di Cairo "in quanto non costituiscono sotto il profilo industriale una opportunita' incrementale rispetto al piano industriale Rcs".

Secondo il cda di Rcs "la valutazione della convenienza economica dell'opas e dell'opa da parte dei suoi azionisti" non puo' prescindere "dalla considerazione della differenza strutturale delle due offerte". Chi aderira' all'opa di Bonomi, affiancato da Diego Della Valle, Mediobanca, Unipolsai e Pirelli, ricevera' - ricorda il gruppo editoriale - 1 euro per azione in denaro "a fronte del disinvestimento da Rcs".

Gli azionisti che preferiranno la proposta di Cairo, invece, "continuerebbero a mantenere un investimento azionario scambiando la propria partecipazione diretta in Rcs con una partecipazione in Cairo communication" la quale includerebbe a sua volta "una partecipazione indiretta e diluita in Rcs". Si tratterebbe quindi di scambiare titoli del gruppo del Corriere della sera, una societa' "allo stato contendibile, con un ampio flottante, con un piano industriale comunicato al mercato i cui obiettivi economico-finanziari, anche alla luce dei risultati stimati per il primo semestre 2016, sono stati confermati come raggiungibili", con azioni della Cairo communication che - rileva ancora il cda di Rcs - "anche successivamente all'esito positivo dell'opas presenterebbe un minor grado di contendibilita'", e' allo stato "caratterizzata da una ridotta dimensione del flottante e da una elevata sensibilita' del prezzo di mercato rispetto anche a operazioni di limitato volume", oltre che "priva fino a poche settimane fa di un piano industriale approvato".

Rcs rileva inoltre che la Cairo communication non ha fornito previsioni sui risultati 2016 e che, per pagare gli 0,25 euro 'cash' agli aderenti all'offerta, si assumera' un indebitamento che ne ridurra' la "capacita' di effettuare investimenti a sostegno del progetto di integrazione"; mancano, infine, nei programmi futuri "elementi di novita' o discontinuita' significativi rispetto a quelli descritti nel piano industriale Rcs". Le due offerte su Rcs termineranno venerdi'. Bonomi e i soci storici hanno portato la loro proposta dagli 0,7 euro in contanti iniziali a a 1 euro mentre il patron di La7, il primo a muovere su Rcs in aprile, ha alzato la sua offerta da 0,12 azioni della Cairo communication per ogni titolo Rcs consegnato a 0,18 azioni piu' 0,25 euro 'cash'.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
rcs bonomi cairoopa rcsrcs cda
in evidenza
Mentana all'inizio della maratona Il Colle, il voto e l'ironia social

Quirinale/ Rete scatenata

Mentana all'inizio della maratona
Il Colle, il voto e l'ironia social

i più visti
in vetrina
Paola Iezzi, la quarantena hot della cantante - FOTO

Paola Iezzi, la quarantena hot della cantante - FOTO


casa, immobiliare
motori
Mini classica si converte all'elettrico

Mini classica si converte all'elettrico


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.