A- A+
Medicina
Aids, in Europa oltre 122mila persone sieropositive che non sanno di esserlo
Allarme Aids: in Europa ci sono oltre 122mila persone sieropositive che non sanno di esserlo

Aids, allarme Oms: nel mondo ci sono 14mln di hiv-posiviti, ma molti malati di Aids non sanno di esserlo. L’Oms promuove l’auto-test Hiv

 

Aids, l’Oms lancia l’allarme: nel mondo ci sono 14 milioni di sieropositivi ma molti non sanno di esserlo
Tra le donne le adolescenti e le giovani dell'Africa orientale e meridionale registrano tassi di infezione fino a 8 volte superiori rispetto ai coetanei maschi. Tra i 15 e i 19 anni d'età, meno di una su 5 è consapevole di essere sieropositiva. 

E ancora la diffusione del test rimane bassa in 'popolazioni chiave' - in particolare uomini che hanno rapporti sessuali con gli uomini, lavoratori del sesso, transgender, persone che si iniettano droghe, e carcerati - che costituiscono circa il 44% degli 1,9 milioni di nuovi casi di infezione da Hiv che si verificano ogni anno su adulti.

 

Aids, in Europa ci sono 122mila persone sieropositive che non sanno di esserlo

 

Secondo le stime del Centro Europeo di Controllo delle Malattie (Ecdc) e dell'Oms Europa in Europa ci sono almeno 122mila persone sieropositive che non sanno di esserlo, circa uno su sette del totale degli infetti. 

 

Aids, rapporti a rischio: i partner dei sieropositivi non fanno il test

 

Ma c'è anche il nodo di chi convive con Hiv-positivi: fino al 70% dei partner è esso stesso sieropositivo. E molti al momento non si sono sottoposti al test
Le nuove linee guida raccomandano quindi anche di mettere in campo azioni che aiutino le persone sieropositive a comunicare la propria condizione ai loro compagni di vita e incoraggiarli a fare il test

 

Aids, test prevenzione: l’Oms propone l’auto-test per Hiv

 

Dichiara Gottfried Hirnschall, direttore del Dipartimento Hiv dell'Oms: 

L'impatto dell'auto-test "sarà particolarmente rilevante su chi è in difficoltà ad accedervi in ambito clinico e su chi potrebbe preferire la modalità del fai-da-te". 

È stato dimostrato, precisa l'Oms, che l'auto-test Hiv arriva quasi a raddoppiare la frequenza dei test dell'Hiv fra gli uomini che hanno rapporti sessuali con gli uomini, e recenti studi in Kenya hanno osservato anche che i partner delle donne in gravidanza hanno un tasso di utilizzo doppio se viene loro offerto l'auto-test dell'Hiv. 
Al momento sono 23 i Paesi che hanno politiche nazionali a sostegno di questo strumento. Molti altri le stanno sviluppando adesso, ma l'implementazione su vasta scala rimane limitata. 

L'Oms così sostiene la distribuzione gratuita di kit di auto-test Hiv e altri approcci che ne permettano l'acquisto a prezzi accessibili.

 

Tags:
aids allarmeauto-test hiv
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina

Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.