A- A+
Politica
La conferenza di Fdi, ecco gli ospiti. Così Meloni si candida a Palazzo Chigi
Giorgia Meloni

Da Stefano Donnarumma a Matteo Zoppas, da Paolo Del Debbio...


Italia, energia da liberare. Indipendenza, libertà, crescita. Appunti per un programma conservatore”. Dal titolo della Conferenza programmatica di Fratelli d’Italia, in programma da venerdì 29 aprile a domenica 1° maggio a Milano presso il MiCo (Milano Convention Centre), già si capisce in modo chiaro ed evidente come Giorgia Meloni punti forte sull'economia, sul rilancio dell'Italia dopo più di due anni di pandemia e con la guerra in Ucraina ancora in corso. La leader di Fratelli d'Italia, primo partito in quasi tutti i sondaggi, si candida a Palazzo Chigi, a diventare la prima donna premier del nostro Paese. E per farlo è fondamentale il Nord. Non è affatto un caso la scelta di tenere la Conferenza programmatica nel capoluogo lombardo. Un modo per lanciare direttamente la sfida alla Lega, storicamente il partito più votato, almeno nel Centrodestra, dal Po in su.

L’evento coinvolgerà tutta la classe dirigente del partito a ogni livello di rappresentanza e vedrà la partecipazione di autorevoli testimonial ed esponenti di primo piano a livello nazionale ed internazionale.

Il programma ufficiale è riservatissimo, ma Affaritaliani.it è riuscito ad avere qualche anticipazione. Venerdì alle ore 17 è in programma la relazione introduttiva di Giorgia Meloni, che indicherà i punti cardine attorno ai quali si svilupperanno i lavori della conferenza.

Sabato sarà la giornata chiave, quella dedicata agli ospiti. A partire dalle 10 e 30 e per tutta la giornata saliranno sul palco l'ex ministro dell'Economia dei governi Berlusconi Giulio Tremonti (in passato molto vicino alla Lega di Umberto Bossi ma che non ha mai legato con Matteo Salvini), l'ex magistrato Carlo Nordio, che proprio Meloni candidò qualche mese fa al ruolo di presidente della Repubblica, l'ex presidente del Senato di Forza Italia Marcello Pera, liberale poi allontanatosi da Berlusconi, il sociologo, politologo e accademico Luca Ricolfi, l'ex presidente di Confindustria Veneto Matteo Zoppas, Cesare Pozzi, docente di Economia Applicata all'Università di Foggia e che dal 1992 insegna alla Luiss "Guido Carli" di Roma, dove attualmente è docente di Economa dell'Impresa, Stefano Donnarumma, amministratore delegato e direttore generale di Terna (vero colpaccio, fondamentale in questa fase di caro energia), Stefano Pontecorvo, diplomatico con una carriera alle spalle iniziata nel 1985, Paolo Del Debbio, popolare volto televisivo di Mediaset (importante dopo le voci di un boicottaggio di FdI sulle reti berlusconiane dei mesi scorsi), l'ex parlamentare ed ex magistrato Alfredo Mantovano e, non poteva certo mancare, Guido Crosetto, che ufficialmente non è più in Fratelli d'Italia ma ha fondato il partito con Meloni all'epoca della scissione dal Pdl ed è considerato uno dei maggiori esperti sia di economia che di geopolitica.

Domenica in tarda mattinata ci sarà la relazione conclusiva della presidente di Fratelli d’Italia. L'intervento di Meloni sarà preceduto da un concerto che darà voce ai cittadini senza diritti e senza forme di garanzia. Un segnale inequivocabile di attenzione da parte di Fratelli d'Italia per i poveri, gli ultimi e un chiaro posizione di dialogo diretto con il popolo.

In quell'occasione, secondo quanto risulta ad Affaritaliani.it e come ha anticipato ieri sul nostro giornale il capogruppo alla Camera di FdI Francesco Lollobrigida, Meloni lancerà una sorta di ultimatum a Matteo Salvini e a Silvio Berlusconi (assenti a Milano dove invece sono stati invitati i capigruppo degli altri partiti del Centrodestra): senza un chiaro impegno a lavorare concretamente per vincere le prossime elezioni e per l'unità del Centrodestra, Fratelli d'Italia andrà da sola alle prossime elezioni, a prescindere dalla legge elettorale. Non certo una minaccia, spiegano da FdI, ma un modo per togliere ogni dubbio, soprattutto tra gli elettori, dopo il governo tutti dentro (pure Speranza e Lamorgese) voluto da Mattarella e guidato da Draghi e la rielezione del presidente della Repubblica che ha prodotto la lacerazione che conosciamo. Primo step, primo banco di prova, le Amministrative del 12 giugno (non solo Palermo e Verona) e le Regionali in Sicilia del prossimo autunno.

 

 

 

Leggi anche: 

"Cdx unito alle Politiche? Non scontato". Fratelli d'Italia avverte Lega e Fi

Cdx, "Berlusconi e Salvini provano a stare insieme per superare Meloni"

Mps, aumento da almeno 2,5 mld. Così a Siena si aprono nuovi scenari

Terza guerra mondiale? GB: si può colpire suolo russo. Mosca minaccia la Nato

Johnny Depp voleva bruciare viva Amber Heard. “Non è vero: io sono la vittima"

Guerra in Ucraina, caccia russo abbattuto: le immagini spettacolari. VIDEO

Terna, con Tyrrhenian Lab investe sulle competenze del futuro

Caro materiali, Dott.ssa De Sanctis: “Cantieri a rischio fermo totale"

Fondo Impresa Femminile, Giorgetti: "Portiamo avanti le pari opportunità"

Commenti
    Tags:
    centrodestra meloni conferenza programmatica fratelli d'italia





    in evidenza
    "Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"

    De Filippi furiosa in tv

    "Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"

    
    in vetrina
    Canalis e Masolin, la strana coppia sul piccolo schermo

    Canalis e Masolin, la strana coppia sul piccolo schermo


    motori
    Bentley svela la nuova Continental GT Ibrida da 782 CV

    Bentley svela la nuova Continental GT Ibrida da 782 CV

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.