A- A+
Politica
Crisi di governo, ora c'è la data. Mancano pochissimi giorni...
Camera dei Deputati 

Il 21 giugno comunicazioni di Draghi e voto sulle armi a Kiev


Inizia l'estate e finisce il governo? Può essere, forse, secondo alcune fonti addirittura probabile. Il 21 giugno, quando ci saranno le comunicazione del presidente del Consiglio Mario Draghi in Aula al Senato, "è una data critica perché ci sarà un passaggio parlamentare importante", ha spiegato la ministra per le Pari opportunità e la Famiglia, la renziana Elena Bonetti, a "24 Mattino" su Radio24. "Il Governo non sta ballando come azione di Governo, anzi è molto solido e fermo sotto la guida di Draghi, ha una rotta segnata verso l'obiettivo. Quello che traballa - ha spiegato - riguarda le sollecitazioni esterne. Mi auguro che la parte del M5S che non segue i venti un po' populisti del presidente Conte e che minaccia di incidere sull'azione di Governo si assuma la responsabilità rispetto a questo".

Il timore forte è che l'ex premier imponga a tutto il Movimento di non votare la risoluzione di maggioranza, che quasi certamente confermerà gli aiuti anche militari all'Ucraina, presentando un'altra risoluzione "pacifista". Non solo. Sulla stessa linea nelle ultime settimane anche Matteo Salvini che, dopo tutte le polemiche e gli attacchi subiti per il suo mancato viaggio in Russia (anche a causa dell'intervento di Palazzo Chigi), potrebbe "vendicarsi" facendo asse con Conte contro l'invio di nuove armi a Kiev.

E proprio stamattina il segretario della Lega ha affermato: “La via del dialogo e della diplomazia per il ritorno alla pace è quella giusta, io continuerò a percorrere a testa alta questa strada, per il bene dell’Italia, e mi spiace che altri soprattutto a sinistra parlino solo di armi e guerra”. Se a questo, poi, aggiungiamo la forte opposizione dei 5 Stelle al termovalorizzatore di Roma, contenuto nel dl aiuti ed energia che ancora deve essere convertito dal Parlamento, ci sono tutti gli ingredienti per un mix esplosivo che potrebbe portare alla crisi di governo proprio con l'inizio ufficiale dell'estate.

I cosiddetti poteri forti - vedi Goldman Sachs - e l'Unione europea puntano su Draghi premier e le larghe intese fino al 2028, anche dopo le prossime elezioni politiche (come ha scritto Affaritaliani.it), ma c'è da fare i conti con i gruppi parlamentari e sia Conte sia Salvini sanno che la maggioranza degli italiani non vuole più inviare armi all'Ucraina. Il vento pacifista, che serve ai due partiti in crisi di consensi per tentare di risalire, potrebbe portare a conseguenze traumatiche per l'esecutivo. Malgrado i desiderata dei poteri forti, delle banche d'affari e di Bruxelles. E, chiacchierando con diversi parlamentari di Pd e Forza Italia, i due partiti moderati della maggioranza e degli schieramenti principali, la preoccupazione è molto elevata...

Leggi anche: 

Covid, "nuove restrizioni non escluse". Ecco quando. Intervista choc

Referendum, "la possibilità di ottenere il quorum è pari allo 0,1%"

Maria Josè Falcicchia prosciolta a Milano: il commento di Bernardini De Pace

Chi è Natasha Bassett? La nuova compagna di Elon Musk - FOTO

Italia ripescata ai Mondiali di calcio: ma... in Qatar a fare cosa?

Tg La7, il servizio non parte e Mentana sbrocca: “Ragazzi por.. tr…”. VIDEO

Bper Banca sostiene i progetti green delle imprese

Intesa Sanpaolo, prestiti a tasso zero per universitari del meridione

BNP Paribas Real Estate, apre al pubblico il giardino storico di Horti

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    armi ucrainacrisi governo datagoverno cade 21 giugnoquando cade governo





    in evidenza
    La scollatura a V di Elodie incanta il Festival di Cannes 2024

    Guarda le foto

    La scollatura a V di Elodie incanta il Festival di Cannes 2024

    
    in vetrina
    La voce di Robert De Niro nello spot elettorale di Biden: "Trump è un dittatore, vuole vendetta". VIDEO

    La voce di Robert De Niro nello spot elettorale di Biden: "Trump è un dittatore, vuole vendetta". VIDEO


    motori
    Alpine, cresce la gamma A110, con le nuove A110, A110 GT e A110 S

    Alpine, cresce la gamma A110, con le nuove A110, A110 GT e A110 S

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.