A- A+
Politica
Lega, Fedriga segretario e congresso dopo l'estate? Malessere al Nord
Matteo Salvini e Massimiliano Fedriga

Lega: Giorgetti viene definito "sconsolato e demoralizzato"


Tutti coperti fino ai ballottaggi del 26 giugno con un impegno particolarmente forte su Verona per cercare di evitare lo smacco di un'altra grande città veneta, dopo Padova, guidata dalla sinistra. La vecchia Lega del Nord, quella che in Veneto e in diverse zone della Lombardia (in particolare nelle province alpine a nord della regione) ragiona all'indomani del flop elettorale e del fallimento dei referendum sulla Giustizia. La sensazione è quella di un partito che non condivide le decisioni principali che vengono prese in totale autonomia dal segretario.

Emblematico il caso del superconsulente Antonio Capuano, che voleva portare Matteo Salvini in Russia, e che è letteralmente sbucato dal nulla, tanto che perfino i due vicesegretari Lorenzo Fontana (che è anche responsabile esteri del Carroccio) e Andrea Crippa, uomo macchina, non ne sapevano assolutamente niente. Ma ciò che colpisce maggiormente parlando con chi in qualche modo rimpiange la vecchia Lega bossiana e federalista (o secessionista) è lo scoramento dei militanti. "Quando facciamo i gazebo molta gente, che in passato aveva simpatia per noi, ci dice che non siamo più credibili. Questo fa male e demoralizza i militanti", confida ad Affaritaliani.it chi per tanti ha combattuto nella Liga Veneta per l'autonomia da Roma. In alcuni casi addirittura i referenti leghisti locali, scelti dai commissari, raccontano, non hanno nemmeno rinnovato la tessera e non fanno attività politica per il partito.

Il malessere c'è, innegabile. Come la preoccupazione di moltissimi deputati e senatori che, visto anche il taglio dei parlamentari che scatterà con le prossime elezioni politiche, non torneranno in Parlamento. La cosiddetta ala governativa per il momento non esce allo scoperto - i ben informati raccontano che il ministro Giancarlo Giorgetti, numero due della Lega, sia "sconsolato e demoralizzato" - ma qualcosa potrebbe accadere molto presto. E quel qualcosa, potenzialmente dirompente, è un congresso federale che potrebbe tenersi dopo l'estate, tra settembre e ottobre e comunque prima di scegliere le candidature per le Politiche.

Cresce soprattutto al nord-est la voglia di confrontarsi e di discutere di temi, di dossier e di azione politiche. Ma qualcuno, anzi, più di qualcuno, parla anche di una verifica sul segretario, "visto che dall'estate del Papeete ad oggi in quasi tre anni il partito è passato dal 35 al 15%". E non si può far finta di niente. Tutti danno atto a Salvini che sul straordinario lavoro quando ha preso la Lega quasi scomparsa dopo le gestione Roberto Maroni facendola diventare il primo partito italiano alle Europee del 2019 sbarcando anche in zone d'Italia dove era impensabile anche prendere il 2%. Ma i tempi sono cambiati e gli errori ormai sono tanti. Troppo spazio alle posizioni euroscettiche o anti-Green Pass, troppi zig zag e cambi di rotta, troppi scivoloni.

Ma chi potrebbe sostituire Salvini alla guida della Lega? Non Giorgetti, sicuro. Poteva farlo dopo Maroni e ha sempre detto di no. Non ha la voglia e nemmeno le caratteristiche per diventare segretario. Tra i governatori l'unica figura stimata tra i parlamentari (è stato capogruppo alla Camera) e con una posizione moderata ed europeista che non spaventa i mercati e l'Europa è quella di Massimiliano Fedriga. Il Governatore del Friuli Venezia Giulia ha sempre detto di non pensare a ruoli di politica nazionale, ma in molti - non solo in Veneto - parlano di lui come l'uomo del fare, di una nuova Lega pragmatica e concreta, che recuperi lo spirito autonomista e federalista e che si stacchi dalle frange della destra europea come l'imbarazzante alleanza con i tedeschi di Afd.

Leggi anche: 

Il governo Draghi non ha più senso dopo il voto di domenica

Lega: "Troppi errori. Ora assemblea generale, torniamo a parlare di autonomia"

"Metà elettori M5S non vota candidati Pd. No alla Lega di lotta e di governo"

Elezioni, M5S al 7% e Lega al 12. Terremoto. I dati dopo il voto nei comuni"

"Mercati disorientati dalla strategia Bce: ora serve lo scudo anti-spread"

Emma Summerton firma il Calendario Pirelli: ecco chi è la fotografa

Berlino, la tennista russa soccorre l’avversaria ucraina: fair play virale

Intesa Sanpaolo, a Torino nasce il centro di ricerca in ambito AI

Autogrill e Fondazione Veronesi sostengono la ricerca scientifica

Young Factor: un dialogo tra giovani, economia e finanza

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    lega congresso settembrelega fedriga segretariolega salvini fedriga





    in evidenza
    Elodie va in gol: San Siro e al Maradona, ma è mistero sui manifesti. Date e indizi

    Annuncio col giallo

    Elodie va in gol: San Siro e al Maradona, ma è mistero sui manifesti. Date e indizi

    
    in vetrina
    Pepsi, ristorante temporaneo in Duomo a Milano: atmosfere vintage e gusti americani

    Pepsi, ristorante temporaneo in Duomo a Milano: atmosfere vintage e gusti americani


    motori
    FIAT Professional, arriva il cambio automatico AT8 sul nuovo Ducato

    FIAT Professional, arriva il cambio automatico AT8 sul nuovo Ducato

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.