A- A+
Politica
Rota e l'Atac, una crisi annunciata


Per chi ancora non l'avesse capito la vicenda delle dimissioni lampo del bravo manager Bruno Rota dalla direzione del 'carrozzone stradale' romano, l'Atac, rappresenta un chiaro esempio di come la città e la politica romana diano un significato alle parole trasparenza e risanamento.

ROTA E LO SCANDALO ATAC. UNA CRISI ANNUNCIATA
.
Rota è un manager dai trascorsi brillanti, capace di far diventare ATM, l'azienda dei trasporti di Milano, un piccolo modello di efficienza.
Entrato nella palude della azienda pubblica romana ha soltanto potuto vedere quanto era grande la dimensione fallimentare del problema.
Un fallimento annunciato più o meno da dieci anni, risultati puntuali e disastrosi di anno in anno fino ad accumulare perdite per quasi 1400 milioni.

E in questa situazione drammatica così evidente che fa la politica romana?

ROTA E LO SCANDALO ATAC. LA POLITICA ROMANA FERMA

Nulla , se non lasciarlo solo e costringerlo di fatto a rinunciare al mandato in quanto impossibilitato ad operare.
Inquietanti alcune parole delle lunghe interviste di questi giorni del manager ' è uno scandalo tremendo, fa persino paura restare qui'.

E di fronte ad una denuncia così puntuale e coraggiosa che fanno i politici, in particolare i pentastellati?

Non cercano di bloccarne le dimissioni, non gli danno deleghe maggiori per operare ma al contrario lo accusano di non aver fatto nulla.

Risultato: apparentemente le uniche colpe sarebbero a carico di chi se ne vuole andare mentre i soliti noti maneggiano le carte, dichiarano mezze verità e soprattutto non riescono a dare risposte serie alla soluzione del problema.
Il problema costituito da un'azienda fallita, piena di mezzi obsoleti, che non sembra pagare i fornitori e da quanto si dice nemmeno l'energia elettrica. Ultimo e non ultimo con tassi di assenteismo imbarazzanti.

ROTA E LO SCANDALO ATAC. ATAC UN'AZIENDA FALLITA


Ma non è del tutto vero che la politica non dia risposte. In questo caso sembra essere stata sorprendentemente veloce nella ricerca del sostituto.
I nomi che stanno circolando del probabile successore non sono quelli che hanno alle spalle risultati significativi, assolutamente no, i nomi che circolano sono quelli di vecchi manager già passati in Atac, o di altri con esperienze nell'azienda trasporti partenopea, pure questa famosa per efficienza e conti in ordine.

Questa purtroppo è la realtà di una Capitale che, giorno dopo giorno, si sta avvitando su stessa sommersa da debiti, da incapacità e probabilmente malafede ( per non dire altro).

Iscriviti alla newsletter
Tags:
rota roma atac raggi
in evidenza
CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

Corporate - Il giornale delle imprese

CDP, ospitato FiCS a Roma
Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


casa, immobiliare
motori
Renault e Mathieu Lehanneur presentano il concept-car della mitica R4

Renault e Mathieu Lehanneur presentano il concept-car della mitica R4


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.