I blog riportano opinioni degli autori e non necesseriamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Lampi del pensiero
Coronavirus, altro che Cura Italia: così il governo "stermina" i lavoratori

Mentre gli italiani, con ebete euforia, cantano a squarciagola "azzurro" al balcone e ripetono come bambini dalla ludica inconsapevolezza che "andrà tutto bene", ebbene mentre ciò accade il governo si prepara per il MES, con cui l’Italia sarà economicamente rasa al suolo e gettata nel girone infernale del debito inestinguibile, modalità Grecia. Ancora, mentre gli italiani cantano festosi, cercando di farsi coraggio come i bambini al buio, l’orrendo decreto "Cura Italia" manda a morte le partite Iva, cioè larga parte dei lavoratori. Letteralmente, le stermina senza pietà: per un verso, è impedito loro di lavorare e, per un altro, le viene corrisposta – nella migliore delle ipotesi – una miserrima cifra di 600 euro, una sorta di elemosina che offende la dignità e, insieme, non basta per sopravvivere.

Ancora, mentre gli italiani intonano a squarciagola, con sorrisi inebetiti, “com’è bello far l’amore”, affacciati dalle loro finestre che danno su strade desolate e vuote, migliaia di soldati americani attraversano in lungo e in largo l’Europa, preparandosi con buona probabilità alla guerra con la Russia; e, ancora, la UE si adopera in ogni guisa per ostacolare l’Italia e nuocerle anche più del solito, come perfino il mite presidente Mattarella ha opportunamente lasciato intendere. La scena richiama irresistibilmente alla memoria un passaggio del canto II del Purgatorio di Dante (vv. 106-133). Le anime sono rapite dall’incanto musicale di Casella, distratte dal loro compito e tutte assorbite dal soave canto. “Ed ecco il veglio onesto”, Catone, che svolge la parte del guastafeste, come ebbe a dire Benedetto Croce. Catone sbotta stizzito contro le anime distratte: “qual negligenza, quale stare è questo?”.

Le risveglia dall’incantesimo in cui sono rapite e le riconduce alla consapevolezza della dura realtà in cui si trovano. Ecco, se Catone, “il veglio onesto”, fosse oggi tra noi farebbe lo stesso con le “anime prave” che sono distratte dalle sinfonie distrattive delle finestre e che, nell’insensata festa generale, evitano accuratamente di pensare alla gravità della situazione e, eventualmente, di organizzarsi per fare fronte. Se Catone fosse tra noi, ci direbbe, da guastafeste, che è un vero peccato, ma l’Italia, allo stato dell’arte, non può farcela: e non può farcela perché non ha la sovranità monetaria, sola base per poter fare fronte a un cataclisma economico di questa portata. Non può farcela perché, mentre sta affogando, la UE continua pervicacemente a fare ciò che sta facendo da anni: le tiene la testa sott’acqua. 

 

IMG 20180131 WA0000
 

 
Loading...
Commenti
    Tags:
    coronaviruscura italia
    Loading...
    in evidenza
    Clicca qui e manda il tuo meme a mandalatuafoto@affaritaliani.it
    La moglie in quarantena? E' una ma vale per quattro

    Coronavirus vissuto con ironia

    La moglie in quarantena?
    E' una ma vale per quattro

    i più visti
    in vetrina
    Grande Fratello Vip 2020 Antonella Elia cade e batte la testa: interviene il medico. Gf Vip 4 news

    Grande Fratello Vip 2020 Antonella Elia cade e batte la testa: interviene il medico. Gf Vip 4 news


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Coronavirus: la flotta Kia per la spesa a domicilio dei bisognosi di Milano

    Coronavirus: la flotta Kia per la spesa a domicilio dei bisognosi di Milano


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.