A- A+
Palazzi & Potere
Luigi Di Maio minacciato: le chat agghiaccianti dei no vax su Telegram
Luigi Di Maio Lapresse

Luigi Di Maio è stato pesantemente minacciato dai no vax. "Un altro infame da giustiziare", "è necessario il piombo", "devi crepare". Sono alcune delle frasi agghiaccianti da parte dei no vax e no green pass apparse in alcune chat Telegram e dirette al ministro degli Esteri.

A scatenare l'odio da parte di chi nega l'efficacia dei vaccini anti Covid sono stare le dichiarazioni rese nell'ultimo periodo da Di Maio a favore della campagna vaccinale. Il ministro degli Esteri era tornato sul tema proprio in questi giorni, sottolineando come "non solo tutto l'arco politico deve condannare le violenze che stiamo vedendo da parte di sedicenti no vax, che stanno manifestando con forme inaccettabili. Ma faccio anche un appello a tutte le forze politiche: non bisogna soffiare sul fuoco".

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    telegramluigi di maiono vaxchat
    in evidenza
    A Parigi la pizza la fanno i robot Gli italiani insorgono sui social

    MediaTech

    A Parigi la pizza la fanno i robot
    Gli italiani insorgono sui social

    i più visti
    in vetrina
    Dati audiweb, Affaritaliani cresce ancora: ad agosto exploit del 40%

    Dati audiweb, Affaritaliani cresce ancora: ad agosto exploit del 40%


    casa, immobiliare
    motori
    nuovo Honda HR-V, rigorosamente ibrido

    nuovo Honda HR-V, rigorosamente ibrido


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.