A- A+
MediaTech
Talk italiani con ospiti filo-russi pagati da Putin. Il sospetto del Copasir

Guerra Russia Ucraina, il caso Lavrov. Il Copasir convoca l'ad Fuortes

La guerra in Ucraina continua e dopo le parole pronunciate oggi da Putin, in occasione della festa della liberazione dal fascismo, c'è il rischio di un'escalation del conflitto. Il presidente russo non ha fatto nessun accenno alla volontà di fermare gli attacchi, ma piuttosto ha chiamato tutti i russi alle armi per difendere la patria. Un segnale preoccupante per il mondo. Intanto prosegue la polemica in Italia sugli opinionisti in tv, adesso - si legge su Repubblica - anche il Copasir ha deciso di aprire un fascicolo sul tema. Per questo chiederà agli autori dei talk show chi sceglie gli ospiti. Il caso del Primo maggio con Lavrov e Solovyev in onda nello stesso momento non è passato inosservato al comitato per la Sicurezza. Il terreno è scivoloso. Perché, evidentemente, c’è di mezzo la libertà di informazione

L’intenzione ora - prosegue Repubblica - è di procedere per gradi. Per il momento verrà ascoltato soltanto il management della televisione pubblica per capire se dietro la presenza di opinionisti stranieri nei talk show italiani non ci sia soltanto il giornalismo. O il caso. Ma "un’operazione di disinformazione organizzata e pensata a monte da uomini del governo russo". È il sospetto del Copasir, il Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica, che ha programmato nei prossimi giorni una serie di audizioni: il direttore dell’Aisi Mario Parente (l’11 maggio), l’amministratore delegato della Rai Carlo Fuortes (il 12) e il presidente dell’Agcom Giacomo Lasorella (il 18). Il primo maggio scorso contemporaneamente in prima serata in Italia sono andate due interviste. Quella al ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov (Rete4) e quella al giornalista amico di Putin Vladimir Solovyev (La7). Due voci ufficiali di Putin entrambi sotto sanzioni da parte dell’Italia e della Ue.

Leggi anche: 

Guerra Russia-Ucraina, Draghi da Biden per seguire una linea suicida

Ucraina, il Papa ai guerrafondai del mondo: “Le armi non portano alla pace"

Inflazione Usa e Lagarde (Bce), mercati: verso un’altra settimana turbolenta

Sondaggio sindaci, sorpresa Mancinelli (Ancona), Bucci oltre il 56%

Gran Canaria, l’isola amata dagli italiani dove la benzina costa 1.10 euro

Bono e The Edge suonano a sorpresa nel metrò di Kiev. VIDEO

Intesa Sanpaolo, a sostegno delle cooperative italiane in difficoltà

Brindisi, prima comunità energetica: 350 famiglie risparmieranno in bolletta

Iscriviti alla newsletter
Tags:
guerra russia ucrainaterza guerra mondiale





in evidenza
Dopo l'addio alla Rai, nuova vita a La7: Giovanna Botteri alla corte di Cairo

L'annuncio a sorpresa

Dopo l'addio alla Rai, nuova vita a La7: Giovanna Botteri alla corte di Cairo


in vetrina
Netflix, non solo serie tv e film: ora lancia la sua linea di pop corn

Netflix, non solo serie tv e film: ora lancia la sua linea di pop corn


motori
La Lamborghini Countach LP 400 S di “The Cannonball Run” compie 45 anni

La Lamborghini Countach LP 400 S di “The Cannonball Run” compie 45 anni

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.