A- A+
Medicina
Colesterolo alto, meglio pasta o riso? Ecco la risposta

Colesterolo, meglio pasta o riso? Entrambi gli alimenti nelle giuste quantità sono concessi ma c'è una varietà di riso più adatta a contenere i grassi nel sangue

Il colesterolo alto è un disturbo che putroppo riguarda quasi il 38% della popolazione italiana. Tra i modi migliori per contrastarlo ed evitare la formazione delle pericolose placche aterosclerotiche nelle arterie, che aumentano sensibilmente il rischio di infarto ictus, c'è quello di seguire una dieta ad hoc ma comunque ricca e bilanciata. Tra gli alimenti che non mancano di certo sulel tavole degli italiani ci sono ovviamente la pasta e il riso. Gli esperti consigliano di consumare entrambi nelle giuste quantità ma alcune tipologie di chicco sono particolarmente utili nel contrastare il colesterolo alto.

Colesterolo alto, meglio pasta o riso?

Chi soffre di colesterolo alto non deve rinunciare a un bel piatto di pasta ma con alcune accortezze. Innanzitutto non si deve esagerare in termini di porzioni e preferire la varietà integrale a quella di grano duro. Il vero problema della pastasciutta non è la pasta in sé quanto il condimento. Da evitare quindi sughi ricchi di grassi saturi come burro, lardo e strutto. Preferibile invece un condimento più leggero a base di oli vegetali come quello extravergine d'oliva, in cui invece abbondano i grassi buoni (CLICCA QUI su come inserirli nella dieta). Attenzione anche al formaggio. Meglio evitare quelli troppo grassi.

Il riso è invece un alimento perfetto per chi soffre di colesterolo alto in quanto non contiene questa tipologia di lipidi. Ciò significa che non ha alcune influenza diretta nell'aumento delle concentrazioni di grassi "cattivi" nel sangue. Il problema sta però nell'amido di cui è ricco. Quest'ultimo fornisce all'organismo molti zuccheri, che se eccessivi si trasformano in grasso. Inoltre, mangiare troppo riso può portare ad un aumento della glicemia e si tratta di un bel problema per chi soffre di diabete.

Detto questo il riso se consumato nelle giuste quantità impatta in modo quasi insignificamente sul colesterolo alto, anche se è sempre preferibile scegliere la variante integrale esattamente come per la pasta. Il riso rosso fermentato merita una menzione a parte in quanto è stata la riconosciuta la sua capacità di ridurre il colesterolo alto. Non a caso è tra gli elementi più importanti in molti integratori per ridurre il colesterolo cattivo LDL dal sangue.

Leggi anche:

Colesterolo alto e diabete: l'arma segreta per combattere entrambi

Colesterolo alto, sintomi fisici: 10 possibili segnali del problema

Colesterolo alto, quanto tempo per abbassarlo? Ecco la risposta

Colesterolo alto: ecco 7 formaggi a cui puoi non rinunciare

Commenti
    Tags:
    alimentazionecolesterolo altodietapastariso




    in evidenza
    Chiara Ferragni e Alexander Zverev? I tre indizi sul flirt con il tennista

    Guarda le foto

    Chiara Ferragni e Alexander Zverev? I tre indizi sul flirt con il tennista

    
    in vetrina
    Immobiliare, la battaglia degli spot: Sherlock e Watson sfidano la nonna

    Immobiliare, la battaglia degli spot: Sherlock e Watson sfidano la nonna


    motori
    BYD SEAL U DM-i: il primo suv PHEV di BYD arriva in Europa

    BYD SEAL U DM-i: il primo suv PHEV di BYD arriva in Europa

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.