A- A+
Politica
Covid, in Italia record di morti: ma a cosa sono servite tutte le restrizioni?

Finalmente Speranza sarà contento: siamo primi

Collegandosi a www.thelancet.com cioè al sito di The Lancet che, insieme a Nature, è la rivista scientifica più prestigiosa, perché più sicura e attendibile, si possono trovare i dati, pubblicati due giorni fa, a partire dal 1/1/2020, al 31/12/2021, relativi ai morti per Covid, per nazione e anche per regione (vedi Estimating excess mortality due to the COVID-19 pandemic: a systematic analysis of COVID-19-related mortality, 2020–21 Wang et al., The Lancet). 

Dal confronto dei dati nazionali, si evidenzia immediatamente che l’Italia è la nazione che ha avuto più morti tra quelle dell’Europa occidentale. Se poi si sottolinea che s’è distinta, e si distingue, per estremismo nelle presunte linee di contenimento e di “distruzione del virus”, mediante l’internamento dei presunti untori, identificati nei ritenuti no-vax, fino ad infliggere loro la pena di morte civile, qualche domanda è del tutto lecito ripeterla innanzi tutto al ministro della Difesa Speranza e quindi a Mattarella, Conte e Draghi, che non hanno avuto il coraggio, tutti e tre insieme, di destituirlo, per manifesta incapacità.

La prima domanda: “Non trovate un po' strano che la nazione col maggior numero di vittime, sia proprio quella più rigida, più politicamente incaponita sulla linea di una rigidità che non ha mai concesso un minimo dubbio sulle decisioni “prese secondo la scienza, quella vera!”, la nazione che ha tuttora la ghettizzazione più spietata degli internati che non possono andare dal barbiere, né prendere un caffè seduti al freddo all’esterno di un bar e pure senza stipendio, perché ritenuti possibili untori? 

Non tutti gl’italiani hanno la memoria delle lumache: l’intervista di Perrino a Miozzo, grida vendetta: bisognerebbe inviarla ai Magnifici 4 che si sono riempiti la bocca con la Scienza, quella vera! Il Dr Miozzo, alla fine del suo incarico come coordinatore e portavoce del CTS, ribadì che “è nozione comune che sanno gli studenti di medicina, che non si effettuano autopsie su cadaveri che potrebbero infettare”. 

La seconda domanda: Mattarella ha avuto l’impudenza di parlare di “deriva antiscientifica”, facendo sue, le argomentazioni scientifiche “su basi politiche”, tipo: i plurivaccinati infettati non infettano, quindi, vaccinatevi! No, anzi, infettano in qualche caso, quindi vaccinatevi!  No, infettano ma meno di un infettato non vaccinato! Allora, vaccinatevi!” Beh, c’eravamo sbagliati: infettati plurivaccinati o non vaccinati, infettano allo stesso modo! Che diamine, non poteva essere altrimenti! Vaccinatevi”.

Mattarella, avrà mai il minimo dubbio sul percorso seguito dalla sua Scienza vera? Ha dovuto far sue, prima o poi, le conclusioni di quella che ha bollato come deriva antiscientifica. Infatti la deriva antiscientifica era l’attività mal vista o addirittura vietata, di quei medici che si sacrificavano per le cure alternative e domiciliari. Quelle che infine, sono state permesse, reintegrando i medici della mutua, nella loro attività, di parte attiva con i propri assistiti. 
 

Leggi anche: 

" Carburanti: il prezzo che sale, il dubbio sugli "speculatori" e 3 domande..."

Assalti a supermercati, file per la benzina: psicosi. Carburanti su, denunce

Ucraina, Russia, guerra, ruolo Usa... Versione di Mosca (che nessuno riporta)

Russia, colpo di Stato. Chi e quando. Le voci che fanno tremare Putin)

Uno Mattina, Giorgino e Zucchini in pole dopo l'addio di Frittella

Guerra Ucraina, Bielorussia Siria con Mosca. Putin decapita i Servizi Segreti

Ucraina, i militari di Putin cadono in un'imboscata. Convogli distrutti. Video

Atlantia, stanziamento da 1 mln di euro per i profughi ucraini

Terna, con Comune di Roma e Regione Lazio per rinnovare rete elettrica romana

Commenti
    Tags:
    speranza





    in evidenza
    Falchi-Crippa, prima uscita pubblica Matrimonio in vista? Quell'anello...

    Le foto

    Falchi-Crippa, prima uscita pubblica
    Matrimonio in vista? Quell'anello...

    
    in vetrina
    Crozza/Sala: "Se mi metto una cassetta delle offerte al collo raccogliamo un po’ di soldini..."

    Crozza/Sala: "Se mi metto una cassetta delle offerte al collo raccogliamo un po’ di soldini..."


    motori
    Nuovo PEUGEOT E-3008 conquista il Red Dot Design Award 2024

    Nuovo PEUGEOT E-3008 conquista il Red Dot Design Award 2024

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.