A- A+
Politica
Migranti, Tajani: "Parigi, reazione sproporzionata". Ma Mulé critica i divieti

Migranti, Tajani: "Reazione Francia sproporzionata, ora piano Ue"

La reazione della Francia alla questione dei migranti salvati dalla nave Ocean Viking è stata "sproporzionata, anche per questioni loro di politica interna" e ora "è l'Europa che deve fare un piano, non l'Italia". Lo ha detto, in un'intervista al Corriere della Sera, il ministro degli Esteri Antonio Tajani. Sulla disputa con il governo francese, il capo della Farnesina ha detto che l'Italia sul tema migranti ha "posto un problema politico, non volevamo creare alcuna polemica. Vogliamo un'azione europea pià forte perché i settemila chilometri di costa italiana sono la frontiera Sud dell'Europa".

Secondo Tajani, "servono un vero piano Marshall europeo per l'Africa e accordi con Libia, Tunisia, Marocco, Niger e altri Paesi del Sahel". Il ministro ha negato l'isolamento internazionale dell'Italia: "Non siamo affatto isolati - ha detto - Germania e Lussemburgo rispetteranno i patti, come noi. E sono solidali anche Grecia, Malta e Cipro che hanno firmato con l'Italia una dichiarazione congiunta dei ministri dell'Interno perché hanno lo stesso problema". 

Mulé: "I divieti un errore ma la Francia non può darci lezioni"

Eppure, in Forza Italia c'è anche chi frena sui divieti alle ong. Giorgio Mulé, vicepresidente della Camera, dice a Repubblica: "L’Italia è frustrata da un atteggiamento dell’Europa distante dalle necessità umanitarie e politiche. Non appena si è presentata, da parte di un’Ong, l’ennesimo atteggiamento di sfida e di sfregio alle regole, il governo ha attuato il divieto di sbarco. Un fallo di frustrazione, appunto. Che ha generato un atteggiamento da parte della Francia che non sta né in cielo né in terra". 

Mulè, come tanti, pensa dunque che forse sui divieti l'Italia è stata indotta in errore ma non accetta la reazione francese: "Faccio mie le parole del vescovo di Ventimiglia che da anni vive un dramma quotidiano ai confini con la Francia e che ha parlato di disumanità dei gendarmi francesi. Una ritorsione come quella minacciata da Parigi, in un ambito umanitario diventa un ossimoro. La Francia sui diritti non ha nulla da insegnarci", dice sempre a Repubblica.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
forza italiamigrantitajani





in evidenza
Lavoro forzato al capolinea: c'è il divieto Ue di vendere merce prodotta con lo sfruttamento

Politica

Lavoro forzato al capolinea: c'è il divieto Ue di vendere merce prodotta con lo sfruttamento


in vetrina
Djokovic re del tennis e del vino: "Produciamo syrah e chardonnay"

Djokovic re del tennis e del vino: "Produciamo syrah e chardonnay"


motori
Mercedes-Benz, Nuovo G 580 EQ la svolta elettrica nel fuoristrada

Mercedes-Benz, Nuovo G 580 EQ la svolta elettrica nel fuoristrada

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.