I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Imprese e Professioni
Smart Home: le cinque app consigliate da Tate per gestire la vita con un tap

Case sempre più smart, elettrodomestici che si accendono con la voce o con un tap sullo smartphone, applicazioni che consentono di verificare in tempo reale chi ha suonato al citofono, regolare la temperatura dei termosifoni anche quando si è in giro, o ancora collegarsi alle webcam di casa per controllare gli ambienti e la sicurezza delle persone care, svolgendo un ruolo fondamentale soprattutto in un periodo come questo dove il distanziamento dagli affetti resta la regola numero uno.

L’Internet Of Things ha trasformato ancora una volta le abitudini domestiche, rendendo le case degli italiani sempre più intelligenti e facili da gestire, restituendo l’unica cosa insostituibile: il tempo.

Lo scenario economico italiano

Un trend sempre più in crescita confermato anche dai dati di settore: il mercato italiano della Smart Home vale 530 milioni di euro[1] e ha registrato nell’ultimo anno una crescita pari al +40% rispetto all’anno precedente. Secondo l’Osservatorio del Politecnico di Milano il giro d’affari di questo segmento sarebbe trainato per il 60% dalle soluzioni per la sicurezza, gli smart home speaker e gli elettrodomestici connessi. L’Italia seguirebbe, quindi, il trend di crescita dei principali paesi europei, anche se il fatturato è ancora inferiore rispetto a Germania e Regno Unito (2,5 miliardi di euro) e Francia (1,1 miliardi). Non solo, con il trend di mercato, cresce anche la consapevolezza dei consumatori e la diffusione di dispositivi smart nelle case: Il 68% degli italiani ha infatti sentito parlare almeno una volta di casa intelligente e il 40% possiede almeno un oggetto smart nella propria abitazione. E anche se negli ultimi mesi il segmento ha subito un rallentamento a causa dell’emergenza Covid, si stima che il mercato tornerà a crescere nei prossimi trimestri, a partire dall’ultimo del 2020[2].

Ma cosa si intende con “casa intelligente”? Con smart home si intendono tutti quei dispositivi connessi a internet e che permettono l’interazione di un utente con informazioni e dati online o in Cloud, risultando – almeno nella fase iniziale -  più economica e semplice da gestire rispetto a una casa domotica che richiede comunque un intervento alla base sull’impianto elettrico.

I vantaggi di una casa intelligente

Tra i vantaggi di avere una casa intelligente e connessa, al primo posto, figura proprio la comodità, automatizzare o rendere digitale la gestione degli impegni quotidiani solleva l’utente da dimenticanze o sprechi di tempo. E lo sa bene Tate, tech company e start-up innovativa attiva dal 2018 nella vendita di energia elettrica e gas esclusivamente online, nata proprio con l’obiettivo di semplificare una delle incombenze domestiche quotidiane, come quella della gestione delle utenze, attraverso la creazione di  un’App proprietaria che offre all’utente un servizio “chiavi in mano”: dall'elaborazione di un preventivo online in pochi secondi alla firma del contratto di fornitura, sino ad arrivare alla gestione dei pagamenti, al monitoraggio dei consumi e all’assistenza clienti; risparmiando i clienti da bollette incomprensibili, da ore intere passate al pc o al telefono in attesa di un supporto da parte dei customer care, soprattutto in un periodo come quello attuale dove i tempi delle trafile burocratiche si sono allungati ulteriormente a causa dell’emergenza globale.

Al secondo posto tra i vantaggi di una Smart Home troviamo il risparmio energetico: il controllo automatico e personalizzato del funzionamento di elettrodomestici, termosifoni, sistemi di videosorveglianza, luci e altro, in base alle proprie abitudini, permette di evitare gli sprechi, consentendo ai consumatori di arrivare a risparmiare fino al 30%[3] sui costi dell’energia.

Smart home significa, inoltre, assistenza e sicurezza; le tecnologie connesse ai nostri smartphone possono essere impiegate per assicurare assistenza agli anziani e a persone con disabilità, o per tenere sotto controllo gli appartamenti anche da remoto.

Le tecnologie e le App consigliate

Bastano, quindi, alcuni accorgimenti per rendere le nostre case – e le nostre vite - sempre più intelligenti e semplici da gestire. Accanto ad alcune delle tecnologie per la realizzazione di una Smart Home, come le lampadine wifi, i termostati connessi, le prese intelligenti, le telecamere wifi e i sensori di movimento, ecco 5 App per una gestione della casa intuitiva, economica e sostenibile:

1. Smart life

Smart life consente di controllare da remoto tantissimi dispositivi smart, i diversi ambienti dell’appartamento e aggiungere - ad esempio – lampadine, prese intelligenti, termostati wifi e sensori di movimento presenti in casa per gestirli dallo smartphone. Smart Life consente anche una facile integrazione con gli assistenti vocali come Alexa e Google Home. 

2. Netatmo Energy

Questa applicazione permette una gestione completa e intelligente del riscaldamento in casa: consente di impostare un programma basato sulle abitudini quotidiane, così da riscaldare la casa soltanto quando è necessario o da remoto o, ancora, di regolare la temperatura in funzione del livello di luce solare o scegliere un clima diverso per ogni stanza.   L’app offre, inoltre, un grafico aggiornato in tempo reale per controllare i consumi e ottenere consigli personalizzati per una bolletta più leggera.

3. Casa

È l’App per gestire tutti i dispositivi smart presenti in casa direttamente dai dispositivi Apple o con i comandi vocali di Siri. Un tap e spegni le luci, vedi chi sta bussando alla porta, regoli la temperatura della stanza. Puoi anche chiedere a Siri di spegnere le luci in camera da letto o di accendere il riscaldamento al piano di sopra, per fare altre cose un po’ più complesse, come abbassare le luci o regolare il termostato, basta premere un’icona; e attraverso le riprese delle videocamere di sicurezza si possono controllare tutti gli ambienti di casa, molto utile per monitorare - anche da lontano - la sicurezza delle persone anziane.

4. Kasa Smart

Dall’app Kasa puoi gestire l'intero ecosistema smart di TP-Link: personalizza l’atmosfera impostando la luminosità o la cromia delle tue Lampadine LED Wi-Fi, programma l’accensione e lo spegnimento degli elettrodomestici connessi alle Prese Smart, preimposta differenti scenari in cui far interagire i tuoi dispositivi smart. Con la Modalità Assenza i dispositivi smart ti aiutano, inoltre, a rendere la casa più sicura. Come? Simulando la tua presenza attraverso semplici trucchi, come accendere il televisore o la radio connessi a una presa smart, oppure spegnere e accendere le luci a intervalli casuali.

5. Dormi

Dormi renderà il telefono o il tablet un baby monitor: è possibile utilizzare il proprio telefono per monitorare l’audio o il video in qualsiasi istante, tenere sotto controllo, costantemente, il rumore ambientale in una determinata stanza e ricevere avvisi automatici quando il bambino si sveglia.

Tate

tate

Tate, tech company e start-up innovativa attiva dal 2018 nella vendita di energia elettrica e gas esclusivamente digitale tramite un’App proprietaria, è stata fondata a Bologna da Micael Saillen, Alexander Frizzi, Mattia Lobertini e Matteo Riffeser con una missione: semplificare il mercato dell’energia e rendere la gestione delle utenze più efficiente, trasparente, economica e sostenibile. L’azienda ha sede operativa a Firenze, presso gli uffici dello startup studio Nana Bianca.

Nel 2019, l’azienda ha fatturato 800mila Euro e ha registrato, dal suo lancio sul mercato, un tasso di crescita pari a +20% mese su mese che l’ha portata ad attirare l’attenzione di uno dei più importanti player del mercato, Eni gas e luce (società controllata al 100% da Eni SpA), che ne ha acquisito il 20% lo scorso giugno.

Il modello è semplice: Tate offre ai propri utenti l’energia al prezzo di mercato, senza alcun sovrapprezzo; questo significa che Tate non guadagna sul consumo dei propri membri ma su una piccola quota mensile fissa, necessaria per coprire i propri costi operativi. Lontana dal modello dei call-center, la società offre un'assistenza più veloce e disponibile, attraverso un sistema di chat integrato nell’applicazione che consente di avere risposte in modo rapido,informale e semplice, proprio come se si comunicasse con un amico su Whatsapp. Tate fornisce ai propri membri solo energia 100% verde. Per ogni unità di energia consumata da un membro Tate, un’unità di energia viene prodotta e immessa nella rete da una fonte rinnovabile, come il fotovoltaico, l’idroelettrico e l’eolico e con i suoi oltre 3.000 clienti attivi sono già state “risparmiate” 2.564 tonnellate di CO2. 

Sito web tate.it


[1] 2019

[2] IDC.

[3] SosTariffe

Photo by Magnet.me on Unsplash

Loading...
Commenti
    Tags:
    smart homeapptatetapinternet of thingstrendiest news
    Loading...
    in evidenza
    Royal family, Megan rivela "Ho avuto un aborto spontaneo"

    "Basta con i tabù"

    Royal family, Megan rivela
    "Ho avuto un aborto spontaneo"

    i più visti
    in vetrina
    Grande Fratello Vip 5, Gregoraci e non solo: i 4 Vipponi e Vippone verso l'addio

    Grande Fratello Vip 5, Gregoraci e non solo: i 4 Vipponi e Vippone verso l'addio


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Con Landtrek Peugeot parte alla conquista del Sud America

    Con Landtrek Peugeot parte alla conquista del Sud America


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.