A- A+
Cronache
Allarme sanità, sempre più bimbi con malattie croniche ma è fuga di pediatri

Cure pediatriche, aumentano le patologie croniche mentre gli specialisti lasciano gli ospedali

Da un lato l’epidemia di patologie croniche, che ormai colpiscono circa il 18% della popolazione pediatrica, e che richiedono un alto livello di specializzazione per la presa in carico globale. Dall’altro lato la diminuzione del numero di pediatri specialisti che devono prendersene cura. Parte da questo paradosso Annamaria Staiano, nel suo discorso di apertura del 77esimo Congresso nazionale della Società italiana di pediatria, il primo sotto la sua presidenza, in cui affronta le principali sfide e criticità della pediatria italiana. A cominciare dall’urgente necessità di riformare l’attuale sistema delle cure pediatriche, oggi in profonda crisi: una priorità per evitare che i bambini finiscano per essere curati dal medico dell’adulto e non da professionisti adeguatamente formati per l’assistenza ai soggetti in età evolutiva.

Pediatria e malattie croniche, il fenomeno delle 'Grandi Dimissioni' investe anche i medici

Il fenomeno delle 'Grandi Dimissioni, acuito con la pandemia, sta dunque colpendo anche il settore medico con un numero crescente di medici ospedalieri che decide di lasciare il proprio incarico per dedicarsi al territorio o all’attività privata. "Questo fenomeno definito ha molte cause, tra cui il burnout dovuto a turni massacranti, le continue aggressioni, la scarsa gratificazione economica", spiega la Staiano.

"Abbiamo però le risorse per ripartire: i nostri specializzandi - sottolinea -. Dobbiamo dare atto agli ultimi Governi di un aumento delle borse di specializzazione. Negli ultimi 8 anni il numero è triplicato passando da 357 nel 2014 a ben 954 nel 2021. L’aumento degli specializzandi rappresenta una straordinaria possibilità per il mondo della Pediatria del futuro, che ci pone davanti a responsabilità formative molto precise".

Secondo la Staiano, bisognerebbe riconoscere sul piano normativo il valore legale delle sub specialità pediatriche come già avviene in altri Paesi europei. E proprio in questa direzione va il documento dalla Sip e attualmente al vaglio del ministero della Salute. "I bambini hanno il diritto di essere curati da professionisti adeguatamente formati per l’assistenza ai soggetti in età evolutiva. Per questo è cruciale il riconoscimento della figura del pediatra sub specialista (come il pediatra cardiologo, pediatra allergologo, pediatra gastroenterologo, endocrinologo) che può far fronte all’aumento di bambini e adolescenti con patologie croniche e gestire adeguatamente la transizione dall’infanzia all’adolescenza".

Pediatria e malattie croniche, rilanciare la ricerca è una priorità

È necessario rilanciare la ricerca, infatti, i dati nazionali e internazionali dimostrano, purtroppo, una progressiva riduzione del numero dei medici ricercatori, che negli ultimi 30 anni è passato dal 5% all’1,5%. "Una delle ragioni sono gli scarsi finanziamenti - ha affermato la presidentessa della Sip -, un problema che riguarda in maniera particolare l’Italia che è tra i Paesi europei che meno investe nella ricerca".

Leggi anche: 

Timmermans attacca l'Eni: vietato pagare in rubli. Ma la verità è diversa

Governo, crolla tutto: crisi a giugno, elezioni tra fine settembre e ottobre

Prezzi, la crisi dura arriva nell’inverno 2023. La scelta suicida dell’Europa

Crisi energetica e sanzioni: la politica balbetta, mentre le aziende chiudono

Caso Rai Tg1 e crisi energetica, altro che società liquida: è un mondo di gas

Sassuolo-Milan, biglietti a 3000 euro. BOOKMAKERS: ECCO LE QUOTE SCUDETTO

Elettra Lamborghini: "Mi fa ridere Zalone, amo gli horror e a Only Fun..."

Cartabianca, maxi-rissa tra Orsini e Ruggieri (Fi): "Lei è un povero cretino". VIDEO

BPER Banca, continua il progetto benefico con FNOPI

Fondazione FS propone nuovi itinerari con "l’Arlecchino"

Al via la prima edizione dell'Innovation for Sustainability Summit 2022

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    bambinimalattie cronichepediatriasanità
    Iscriviti al nostro canale WhatsApp





    in evidenza
    Oscar del Libro 2024, Perrino: "Ho fondato affaritaliani.it perché non sopportavo più le mani della finanza sui giornali"

    La kermesse pugliese che apre la stagione "Borgo in Fiore"

    Oscar del Libro 2024, Perrino: "Ho fondato affaritaliani.it perché non sopportavo più le mani della finanza sui giornali"

    
    in vetrina
    Canalis e Masolin, la strana coppia sul piccolo schermo

    Canalis e Masolin, la strana coppia sul piccolo schermo





    motori
    FIAT e Pigna lanciano 'The Color Energy': Colore e Sostenibilità

    FIAT e Pigna lanciano 'The Color Energy': Colore e Sostenibilità

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.