A- A+
Esteri
Guerra in Ucraina, nessun accordo di pace è più ragionevolmente possibile
(Fonte:IPA)

Guerra in Ucraina, su USA, NATO ed Europa grava il peso di aver allontanato ogni possibile pace

Per come la vicenda della sciagurata guerra mossa dalla Russia all’Ucraina è stata gestita dagli USA, dalla NATO e dall'Europa stessa, nessuna pace duratura e credibile appare ormai possibile. Ed il perché è presto detto.

Il cambio di passo inferto scientemente al conflitto dalla Casa Bianca, da Downing Street, dal Presidente del Parlamento Europeo e suggellato dalle parole inequivocabili e drammatiche del capo del Pentagono Lloyd Austin sulla necessità di indebolire -“fiaccare”- più possibile Mosca e la sua armata militare per arrivare a decretare l’urgenza di una vittoria ucraina come asserito - con altrettanta poca prudenza- dal segretario di Stato americano Antony Blinken, oltre a gettare il pianeta nell'incubo di una possibile terza guerra mondiale, hanno reso vani e vacui tutti gli sforzi diplomatici messi in campo da Ankara ma anche, ad altri livelli, dalla Santa Sede.

L’idea che l’Ucraina possa o -come sembra trasparire dalle parole di alcuni esponenti dell’Amministrazione Biden- “debba” vincere la guerra ha messo con le spalle al muro un già avventato presidente ucraino il quale, adesso, non potrà permettersi più di cedere neppure un centimetro di territorio ucraino alla Russia pena l’infamia, la debacle politica se non “il tradimento” della fiducia del popolo ucraino e dell’intero Occidentale.

L’offerta delle armi pesanti e la richiesta di fiaccare l’esercito russo costituiscono la camicia di forza che l’Occidente ha cucito sulle spalle del primo cittadino ucraino. L’accordo (per usare un eufemismo) sancito dagli USA con Kiev appare tragicamente chiaro: noi (Occidente) ti riforniamo di armi ma tu non potrai più tirarti indietro. Tradotto: nessuna pace con Mosca.

Per l'Ucraina dalla padella dell’invasione, alla brace della guerra per procura!

Ma c’è di più. Questo nuovo stato di cose rischia di avere anche un’altra faccia internazionalmente assai rilevante: l’entrata in campo ufficialmente delle volontà strategiche degli USA permetterà a Vladimir Putin di utilizzate legittimamente la parola “vittoria” per ogni centimetro di terra conquistata in Ucraina.

Una legittimazione offerta a costo zero all’invasore da una gestione mediatico-politica maldestra che ha -di fatto- archiviato ogni razionale ipotesi di accordo (e quindi di pace) in Ucraina, sta obbligando gli ucraini a sacrificarsi -adesso sì- per l’intero Occidente e ha cementificato -come non era mai accaduto prima- l’unione tra Russia, Cina (e forse India) - in uno scenario che trasuda di guerra caldissima.

*Daniele Marchetti

 

 

 

 

 

 

Leggi anche: 
Vaccino Pfizer, Biontech choc: "Problemi precedentemente non rilevati"
FdI: "Alla Conferenza di Milano prepariamo il nuovo governo. Meloni premier.."
Guerra Ucraina, mistero sugli attacchi in Transnistria. Allarme rosso Moldavia
Italia aggrappata al gas russo di Putin. Il Copasir blocca il metano africano
"A noi" e saluti fascisti al funerale di Assunta Almirante
Treviglio, 70enne spara ai vicini. Perrino: "Vietare tutte le armi". VIDEO
Poste Italiane, per Brand Finance è fra i 25 marchi più forti al mondo
Hera, approvato bilancio 2021: utile netto a € 333,5 milioni (+10,2%)
Unindustria, si è svolta oggi l'Assemblea Generale 2022
Commenti
    Tags:
    guerramoscapacerussiaucraina





    in evidenza
    Caso gioielli, Scotti punge Fagnani: “Belva addomesticata? Devi fare i nomi”

    La conduttrice vs Striscia la Notizia

    Caso gioielli, Scotti punge Fagnani: “Belva addomesticata? Devi fare i nomi”

    
    in vetrina
    Affari in Rete

    Affari in Rete


    motori
    Lamborghini Urus SE: l'icona dei super SUV diventa ibrida

    Lamborghini Urus SE: l'icona dei super SUV diventa ibrida

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.